Back to top

Impianti Fotovoltaici Condominiali : Tutto Ciò Che C'è Da Sapere

Il fotovoltaico continua ad espandersi. Negli ultimi anni, infatti, l’uso della "tecnologia green" si sta espandendo a vista d’occhio e numerose sono le famiglie che hanno scelto di investire in tal senso.

Impianti Fotovoltaici Condominiali

Nonostante questo, però, continuano a persistere confusioni e cattive informazioni riguardo alle procedure di istallazione e ai relativi permessi, difatti per la stragrande maggioranza delle persone, questo tipo di tecnologia resta ad esclusiva fruizione di casali e villette, idea questa assolutamente non corrispondente al vero.

Installare un pannello fotovoltaico in condominio, infatti, è più difficile ma non impossibile! Per poter ottenere i permessi non esistono particolari ostacoli, basta solo sapere a chi rivolgersi.

Ricordiamo a coloro che ancora non ne fossero al corrente, prima di tutto, che gli impianti solari installati sui tetti condominiali possono usufruire delle detrazioni al 55% grazie alla norma che disciplina i lavori di riqualificazione energetica. C’è da dire però, che un solo impianto con buona probabilità non riuscirà a soddisfare il fabbisogno energetico di molti appartamenti, una delle strategie perseguibili, quindi, potrebbe essere quella di impiegare l’energia solare per la produzione di acqua calda, senza caricare la produzione energetica dei pannelli anche dell’energia utile ai riscaldamenti.

Inoltre, è importante sottolineare un altro aspetto, l’impatto estetico che questi possono avere nel contesto urbano, si sente spesso dire -infatti- che gli impianti fotovoltaici condominiali deturpano il decoro urbano. In realtà esistono in commercio svariati modelli tutti perfettamente mimetizzabili, inoltre l’istallazione solitamente viene realizzata in modo da non essere visibile dalla strada.

Altra informazione non corretta, deriva dalla credenza che i pannelli innalzino la temperatura dell’appartamento all’ultimo piano. In realtà non è affatto così, in quanto a quest'ultimi engono applicati degli impianti di raffreddamento che non implicano l’accumulazione di calore per gli attici.

Ma a chi bisogna rivolgersi per avere i permessi necessari?

Iniziamo con il dire che prima di fare richiesta agli organi competenti, bisogna comunque convocare un’assemblea condominiale ed ottenere il consenso della platea, una volta ottenuto il benestare bisogna rivolgersi al comune in cui è ubicato lo stabile.

In ogni caso, se dovesse verificarsi una mancata accettazione da parte degli altri condomini, l’utente potrà comunque procedere all’istallazione ad uso privato, a patto che non occupi e non renda impraticabili gli spazi comuni.