Back to top

Il WSJ dette le basi per le nuove eco-tecnologie

 offerte luci convenienti

Secondo un'inchiesta promossa da Wall Street Journal ha dichiarato che siano sufficienti cinque nuove tecnologie per rivoluzionare il mondo: migliorare la salute del pianeta e crear milioni di  nuovi posti di lavoro.

Il WSJ dichiara:" La fine della nostra dipendenza dai carburanti fossili può essere ormai questione di qualche decennio. Queste cinque tecnologie, se avranno successo, cambieranno lo scenario energetico mondiale."

La prima rivoluzione è sfruttamento e l’utilizzo dell’energia solare attorno alla terra attraverso il lancio in orbita di satelliti provvisti di pannelli fotovoltaici.

I pannelli trasformeranno la luce solare in elettricità trasferendola poi sulla terra sotto forma di onde di energia.

Secondo il WSJ, sono già parecchi i paesi che sarebbero pensando a questa tecnologica, anche se i costi sono molto elevati data la creazione di centrali in orbita.

La seconda e la terza rivoluzione interesserebbe il settore del trasporto, uno dei più inquinanti.

La novità sarebbe l'introduzione di auto sempre più ecologiche.

Le auto sarebbero al litio-aria”, appositamente studiare per definire e realizzare auto elettriche in grado di garantire un’efficienza dieci volte superiore alle batterie attuali.

Altra possibilità è impiegare carburante derivato dalle alghe, secondo molti la vera alternativa ai biocarburanti attuali.

Le alghe non presenterebbero nessun problema per la coltivazione.

Secondo il WSJ il rendimento delle alghe per i biocarburanti è di ben 15 volte superiore a quella delle benzine verdi estratte dai cereali.

Impiegare energie rinnovabili come eolico e solare poco utilizzare a causa dell’impossibilità di conservare la corrente prodotta.

Secondo il WSJ, da qui a poco tempo, arriveranno sul mercato nuove batterie al litio che in grado di  immagazzinare l’energia dai pannelli fotovoltaici e dal vento.

L'ultima novità è la creazione di carbone pulito: già nel 2020 potrebbero esserci novità su impianti di piccole dimensioni non inquinanti e che catturano e sotterrano CO2.