Back to top

Il fotovoltaico grazie alla perovskite diventa spray

foto-fotovoltaico-spray
Grandi novità nel settore del fotovoltaico, dove con un semplicissimo spray, è possibile trasformare ogni superficie piana in un modulo fotovoltaico!
Si si avete capito bene, perchè l’Università di Sheffield ha inventato uno spray alla perovskite, ossia un minerale composto principalmente da titanato di calcio - presente in tutto il pianeta – del quale gli scienziati hanno capito il vantaggio d'impiego come semiconduttore, in sostituzione del silicio nei moduli fotovoltaici.
Un minerale scoperto oltre 150 anni fa, ma solo di recente, rivalutato dagli scienziati dell’Università di Sheffield (UK), che dalle numerose ricerche hanno fatto una a dir poco straordinaria invenzione: il fotovoltaico spray!
Dalle ricerche dell’Università di Sheffield è nata infatti una specialissima vernice spray, in grado di trasformare qualsiasi superficie in un pannello solare, grazie alla capacità del minerale di assorbire le radiazioni solari.
Una scoperta sensazionale, in quanto, oltre ad aumentare la produzione di energia generata a basso impatto ambientale, la perovskite è reperibile molto facilmente in tutto il mondo ad un prezzo decisamente conveniente rispetto al silicio, senza dimenticare la possibilità di produrre strati di perovskite sottilissimi – rispetto all'uso del silicio - riducendo così di fatto il quantitativo di materia prima necessaria a creare una superficie in grado di produrre energia; superfici di perovskite con spessore di un micrometro, rispetto ai 180 micron del silicio.
La perovskite risulta quindi vincente ed il suo utilizzo è molto vantaggioso sia per il settore della produzione di energia, sia per la popolazione mondiale, che dal sole potrà trarre vantaggi a basso impatto ambientale; considerando peraltro che secondo gli esperti, i moduli solari realizzati con il nuovo spray, hanno un’efficienza del 20% per uno strato sottilissimo di perovskite, contro il 25% del silicio, permettendo così di trasformare praticamente qualsiasi superficie che sia piana, in un generatore di elettricità! Non male, vero?