Back to top

Il Felting: l'arte di "scolpire" le fibre

piccola
Felting: Tra le tante "arti" realizzabili con le fibre il Felting è di certo la più estrosa, la parola è inglese e deriva da "Felt", che significa "Feltro". Il "Felting" è l'arte dell'infeltrire, e dello scolpire il feltro. Il feltro è una stoffa realizzata con fibre naturali o pelo animale. E' un tessuto-non-tessuto, e viene prodotto attraverso l'infeltrimento delle fibre.

[adrotate banner="16"]

Il materiale di cui è composto il più delle volte è la lana cardata delle pecore, ma si può utilizzare qualsiasi altro tipo di fibra come quello di lepre, coniglio, castoro, lontra, capra e cammello.

Ma in cosa consiste l'arte dello scolpire il feltro? Il Felting si realizza con una certa quantità di lana cardata, servono inoltre un tappetino di gomma piuma e un'ago che si usa per questo tipo di lavorazione, e cioè picchiare, infilzare, pungere ripetutamente sulla lana, appoggiata sul tappetino, fino a darle la forma desiderata e a renderla dura, cioè infeltrita.

Questo tipo di lavorazione permette di dare vita a molti oggetti, come: quadri, giocattoli, fiori, borse, paralumi, e anche capi di abbigliamento.   Esistono anche tipi di feltro, già lavorati, come il feltro sintetico venduto in fogli da 3 mm e il famoso pannolenci, dello spessore di circa 1 mm, quest'ultimo era molto in voga negli anni '50 e usato per la realizzazione di bambole di pezza e pupazzi di vario tipo.