Back to top

I social network per difendere l’ambiente, una novità di successo

Green-People-Network

Grazie alla passione per le tematiche green stanno nascendo social network dedicati all’azione concreta in difesa dell’ambiente e dell’ecosostenibilità

Per risparmiare sulla bolletta non basta trovare le offerte di energia elettrica migliori ma è necessario anche agire sui consumi energetici. In questo modo avremo la possibilità di far diminuire il peso della bolletta ma anche di adottare una serie di comportamenti ecosostenibili. Tali comportamenti riguardano veramente ogni momento della nostra vita, anche le azioni che compiano su internet, dal mandare una mail al postare un commento su un social network. Pochissimi infatti lo sanno, ma anche il web inquina.

Se volete sapere quali comportamenti online causano più emissioni vi consigliamo di leggere quest’articolo del Corriere della Sera. Tra le azioni più ecosostenibili che si possono compiere sul web c’è anche una nuova moda che sta impazzando in molte parti del mondo: la passione per le tematiche green e per la tecnologia, infatti, ha fatto sì che sul web iniziassero a moltiplicarsi le piattaforme di condivisione e i social network che si occupano in modo privilegiato dei temi legati all’ecosostenibilità.

Dal 2008 i social network eco-friendly, nati in Francia e direttamente ispirati da un ritrovato sentimento ecologico, stanno avendo un discreto successo in rete. Koom.org, ad esempio, è un social network che promuove un concetto di eco-cittadinanza attiva: la piattaforma propone di stimolare una concreta azione di gruppo indirizzata ad alcune tematiche, ovviamente legate a comportamenti ecosostenibili: riduzione dei consumi energetici, mobilità e trasporti sostenibili, riciclaggio, risparmio energetico, fonti di energia rinnovabili e attenzione alle risorse idriche.

Inaugurato nel maggio del 2012, conta oggi più di 1200 koomers (così vengono definiti gli utenti del social network), la maggior parte dei quali sono geolocalizzati e dunque vicini ai luoghi in cui vengono promosse e attuate le azioni lanciate sul social. Il koomer può vedere quali azioni sono in corso nella propria città e contribuire con la propria adesione, proponendo anche nuove attività.

Spesso si parla dell’importanza, per la riduzione del nostro impatto ambientale, delle piccole azioni individuali; questo social network offre veramente l’occasione di agire nella quotidianità e tentare di contrastare la crisi ambientale unendo le forze. Altro nuovissimo social network eco-friendly è Newmanity. Questa piattaforma è dedicata a tutti coloro che mettono gli interessi umani e del pianeta al centro della loro esistenza. Una rete adatta che mette già in collegamento diversi milioni di persone in tutto il mondo.

Si tratta semplicemente di un luogo virtuale nel quale creare e proporre eventi condivisibili, idee, workshop, corsi di formazione e tutto ciò che può suscitare l’interesse e la partecipazione dei soggetti più vari, nel tentativo concreto di contribuire alla costruzione di una società più ecosostenibile, umana e responsabile. Ultimo social network di questa breve lista, leggermente diverso per tematica rispetto a quelli già citati, è Social-Planet, la prima rete europea dedicata all’economia sociale.

La rete è nata con l’obiettivo di sviluppare le iniziative dei cittadini fornendo loro tutti gli strumenti e le informazioni necessarie per realizzarle. Ad oggi la piattaforma contiene ben 2100 strutture operanti nel settore delle economie sociali e solidali, 140 gruppi di lavoro e 190 iniziative in corso. Come nel caso di Koom, anche qui è utilizzata la geolocalizzazione dei progetti e delle persone per coinvolgere un numero di cittadini e imprese quanto più numeroso possibile.