Back to top

I lampioni di Monaco diventano stazioni di ricarica per l’e-car

Category:
foto-sistema-illuminazione-bmw
Presentato a Monaco da BMW il progetto pilota "Light and Charge", ossia tradotto “Luce e carica”, l’ultimo sistema di illuminazione urbana, dotato di prese elettriche per fare il pieno alle automobili plug-in!
Proprio questo infatti il nuovo progetto di BMW, la famosa azienda tedesca, produttrice di auto e motoveicoli, pensato per le città intelligenti di domani, ove l’illuminazione pubblica si trasforma in una rete capillare di stazioni di ricarica per le auto elettriche, che vede oggi i lampioni di Monaco diventare stazioni di ricarica per l’e-car.
BMW ha incaricato infatti i suoi ingegneri di progettare dei lampioni in grado di combinare le ultime innovazioni tecnologiche in ambito di luci a LED,  col suo sistema ChargeNow, per la ricarica dei mezzi elettrici, come ha spiegato all’agenzia di stampa Reuters, Peter Schwarzenbauer, Membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG, sottolineando l'importanza di questo “passo” per progredire verso il futuro:
“Realizzare infrastrutture di ricarica senza soluzione di continuità è essenziale se vogliamo davvero vedere i veicoli elettrici sulle strade delle nostre città del futuro”.
"Light and Charge" verrà sperimentato il prossimo 2015, all’interno di un progetto pilota nella città di Monaco, sede di casa BMW, ove peraltro la stessa azienda ha testato per prima i nuovi lampioni, installandone 2, proprio di fronte al quartier generale!
Ma "Light and Charge" oltre alle super potenzialità, nascondono un lato particolarmente interessante dal lato pratico, in quanto i prototipi potranno essere installati direttamente sulla infrastruttura di illuminazione stradale esistente, ma non solo, perchè potranno essere usati da tutti gli utenti, indipendentemente dal tipo di veicolo e dal fornitore di energia elettrica, i quali come fa sapere BMW, potranno pagare il rifornimento attraverso una semplice app scaricabile su smartphone e tablet.
Ma BMW punta ancora in alto e l’azienda, fa saper di aver già investito nella realizzazione di un nuovissimo software e su alcune applicazioni, che aiutino i conducenti di auto elettriche a trovare parcheggio e il punto di ricarica più vicino! Davvero niente male, vero?

(Fonte: Rinnovabili)