Back to top

Guala Closures Group: presentata la relazione sostenibilità 2012

Category:

Nel 2013 1 miliardo di chiusure per il vino compensate (CO2)



Alessandria, 29 luglio 2013 - Il Gruppo Guala Closures, multinazionale italiana leader mondiale nella produzione di chiusure in alluminio e anticontraffazione per alimenti e bevande, ha presentato la seconda relazione di sostenibilità che rendiconta in modo trasparente ed inequivocabile gli obiettivi, i programmi e i risultati raggiunti nel corso del 2012. Il Gruppo, impegnato in una strategia a lungo termine, ha definito 12 indicatori strategici relativi all’ambiente, il sociale e l’economia.


Top



Inoltre, Guala Closures quest’anno compensa le emissioni di CO2* generate dalla produzione di 1 miliardo di chiusure per il vino attraverso un progetto di riforestazione in India, nello stato più povero del paese, il Bihar. Per compensare 20.000 tonnelate di CO2, sono stati piantati 80.000 alberi di 17 specie differenti, dando lavoro a più di 3.200 persone. Inoltre, essendo alberi da frutto, queste persone ricaveranno un reddito dalla vendita dei frutti (più informazioni sul sito www.gualaclosures.com).



Il programma è stato coordinato dall’ONG Up2green Reforestation, sotto il controllo di Ecocert Environnement. Ogni anno, dal 2010, il Gruppo finanzia dei progetti di riforestazione per compensare una parte delle emissioni di CO2 legate alla produzione delle chiusure per il vino. Nel 2012 il Gruppo aveva compensato 500 milioni di chiusure, attraverso un progetto in Perù. La relazione (scaricabile dal sito www.gualaclosures.com) descrive in dettaglio la strategia a breve (2013) e a medio termine (2015) del Gruppo, il label esclusivo “top”e tutti i risultati raggiunti indicatore per indicatore.



Sono tre i pilastri della strategia del Gruppo: l’organizzazione interna (Green team dedicata), gli strumenti di gestione, il monitoraggio delle attività (LCA e GHG) e la comunicazione interna.