Back to top

Green Economy, la CNA ha le soluzioni alla crisi

Category:
Cna Green Economy

 

Sconfiggere la crisi economica con la Green Economy. Un'idea, questa, che è emersa nel corso della conferenza "Green Economy e crescita. Nuova economia e sviluppo sostenibile" tenutasi il 25 luglio nella sede nazionale della Cna (Confederazione dell'Artigianato e delle Piccole Medie Imprese). Proprio il Cna ha giocato la parte del protagonista presentando una lista di provvedimenti di Green Economy capaci, secondo la loro relazione, di tirare fuori l'Italia dalle sacche della crisi. Ecco le sei proposte della Cna.

1. Riforma fiscale Green. Uno dei problemi dell'Italia è il fisco troppo oppressivo. La Cna propone dunque di detassare la aziende rispettose dell'ambiente e aumentare il carico fiscale per le aziende inquinanti. In questo modo le imprese "green", le uniche che meritano di sopravvivere, godranno di una probabilità più bassa di fallire.

2. Investimenti in infrastrutture. Ovviamente si parla di infrastrutture eco-sostenibile. Qui l'ottica della Cna si inserisce sul solco della teoria keynesiana.

3. Abolizione del Sistri, il sistema di tracciamento dei rifiuti. E' costato 400 milioni agli enti locali ma si è rivelato un bluff. Secondo la Cna è "costoso e falso".

4. Semplificazione. Seconda la Cna la burocrazia elefantiaca rappresenta una delle zavorre più invalidanti per l'economia dell'Italia. Occorre dunque semplificare il quadro normativo.

5. Creazione di nuovi incentivi. Il futuro dell'economia è nelle energie rinnovabili. Si parla di 5,6 milioni di posti di lavoro già creati in Europea e di un export in salute. Occorre dunque sostenere il mercato. Non solo ripristinare gli incentivi eliminati nel 2012 ma crearne anche di nuovi.

6. Nuova rappresentanza delle imprese green. Le imprese green non hanno un'associazione unica a cui fare riferimento. Il mondo della rappresentanza "verde" è abbastanza frammentato. Occorre dunque creare una grande confederazione che raccolga sotto la sua egida le imprese impegnate nella Green Economy.