Back to top

Green economy, 20 milioni di posti di lavoro entro il 2020

green
La Commissione Europea stima che entro il 2020 si raggiungeranno i 20 milioni di posti di lavoro  creati dalla green economy, un numero che sarebbe quintuplicato rispetto i 4 milioni di green jobs che sono stati generati nel periodo 2002-2011.

 

La sfida è stata accettata dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, in occasione della conferenza presso la sede della stampa estera a Roma, dove sono state presentate le linee guida del programma per il semestre di presidenza italiano dell'Unione Europea, al centro del quale si trova l'ambiente come motore di sviluppo e moltiplicatore di occupazione.

 

Secondo Galletti, la maggior parte delle aziende che sono cresciute in questo ultimo tempo per quanto riguarda il fatturato e l'occupazione sono “quelle che hanno lavorato nella green economy”. “Cambiamo colore all’Europa: da brown a green”, ha spiegato il  ministro. “Da qui al 2020 potrebbero essere creati oltre 20 milioni di posti di lavoro verdi. E’ necessario utilizzare in pieno le risorse europee - spiega il ministro - per un budget stimato di 1000 miliardi di euro di fondi UE 2014-2020, dove circa il 20% sarà utilizzato per migliorare i target delle emissioni”.

 

La Presidenza italiana dell'UE  si impegnerà per rendere più eco-sostenibile le politiche europee, garantendo la creazione di nuovi posti di lavoro, tramite l'organizzazione di una riunione informale del Consiglio congiunto dei ministri dell’Ambiente e dell’Occupazione.

 

Se anche voi siete interessati alle energie rinnovabili, potete fare molto. Ad esempio attivare una tariffa energia verdequi confrontabili – per utilizzare presso le vostre abitazioni energia elettrica proveniente soltanto da fonti pulite.