Back to top

Gran Premio d'Italia di MotoGP: KissMugello raccoglie 17 tonnellate di rifiuti

raccolta


All'ultimo Gran Premio d'Italia di MotoGP, che si è svolto tra il 30 Maggio e il 2 Giugno 2013, il progetto KissMugello ha permesso di ridurre l'impatto ambientale dei rifiuti prodotti dai tifosi.
Attraverso la distribuzione di 5.000 kit per la raccolta differenziata, è stato calcolato che l'iniziativa promossa da Yamaha Motor Racing, Dorna, FIM, Irta, Circuito del Mugello e sostenuta da Airbank ha permesso di raccogliere e dividere 17 tonnellate di rifiuti generati dal pubblico accorso sugli spalti del Mugello.
L'operazione e i dati saranno presentati ad Ecomondo il prossimo 7 Novembre, presso lo stand di Airbank che ospiterà la moto di Valentino Rossi.

KissMugello, iniziativa promossa da Yamaha Motor Racing, Dorna, FIM, Irta, Circuito del Mugello e sostenuta da Airbank per sensibilizzare il pubblico sulla raccolta differenziata negli impianti sportivi, è stata un verosuccesso.
Il progetto Kiss, acronimo di “Keep It Shiny and Sustainable”, aveva come obiettivo la riduzione dell'impatto ambientale dei rifiuti prodotti dal pubblico accorso al Mugello tra il 30 Maggio e il 2 Giugno scorsi per il Gran Premio d'Italia 2013, ed è consistito nella distribuzione di 5.000 kit per la raccolta differenziata.
Grazie anche al sostegno di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ambasciatori d'eccezione del progetto, i tifosi sono stati sensibilizzati sulla necessità di lasciare pulite le aree dell'autodromo Ferrari e difendere l'Ambiente dividendo i rifiuti generati secondo la loro tipologia. E i numeri spiegano più di tutto il successo dell'iniziativa: il Circuito del Mugello ha infatti calcolato che il pubblico ha raccolto e selezionato oltre 17 tonnellate di materiale.
I rifiuti raccolti – nello specifico 12,6 tonnellate di plastica, vetro e alluminio, e 4,5 tonnellate di frazione organica –, sono stati così smaltiti in modo più rapido e inviati direttamente alla filiera del riciclo, mentre la sede di gara è stata salvaguardata.

L'operazione sarà presentata il 7 Novembre ad Ecomondo, fiera dello sviluppo sostenibile che si svolgerà a Rimini, presso lo stand di Airbank(stand 154 del Padiglione C1), che esporrà la Yamaha YZR-M1 numero 46 di Valentino Rossi.

"Come Official Partner di Yamaha Motor Racing non potevamo non dare il nostro contributo ad un'iniziativa così importante" ha dichiarato Gloria Mazzoni, General Manager di Airbank. "Supportare questa operazione significa continuare a sostenere YMR nel suo percorso di abbattimento dell'impatto ambientale e nella ancor più meritevole opera di sensibilizzazione dell'intero Motomondiale verso le tematiche green. Il successo ottenuto dall'iniziativa, inoltre, dimostra quanto la gente sia ormai disponibile ad agire in favore della sostenibilità".

“Yamaha Motor Racing crede fortemente che gli eventi MotoGP possano essere ideali per questo tipo di progetti per la loro etica e perché ispirano emozione e passione” ha continuato Marco Riva, General Manager di Yamaha Motor Racing. “I piloti MotoGP sono gli ambasciatori perfetti, e Yamaha è orgogliosa di far parte del progetto KISS grazie anche ai nostri Green Partner RCM, Airbank, Eco12 e il Valentino Rossi Fan Club”.

I numeri
-  17,1 tonnellate di rifiuti recuperate
-  12,6 tonnellate di plastica, vetro e alluminio
- 4,5 tonnellate di frazione organica

Airbank è l'azienda leader in Italia nel settore dell'antinquinamento e della sicurezza ambientale, ma soprattutto un'azienda a bassissimo impatto ambientale. Grazie al suo impianto fotovoltaico, infatti, nell'ultimo anno ha evitato l'emissione di oltre 72 tonnellate di CO2 nell'atmosfera.


Maggiori informazioni sul sito istituzionale www.airbank.it