Back to top

Geotermico: quando arriveranno gli incentivi?

Da un recente studio del Consiglio Nazionale dei Geologi, è arrivata un'importante critica alla gestione statale degli incentivi legati alle rinnovabili, che hanno spinto molto su settori come il fotovoltaico o l'eolico, trascurando importanti "miniere" come il geotermico, in Italia molto produttive.

Secondo infatti l'analisi, soltanto pochi incentivi sono arrivati verso questo settore, e le grandi potenzialità offerte dal nostro territorio, non sono state assolutamente sfruttate ancora, poichè i sovvenzionamenti sono stati ridotti, e questo ha lasciato molto a desiderare gli addetti al settore. Il nostro paese è infatti ricco di "calore" sotto il suolo terrestre, e lo sfruttamento del geotermico, è essenziale; si tratta di un'energia pulita, che non solo garantirebbe importanti risparmi, ma anche un minimo impatto ambientale, anche visivo, poiché le centrali sono di norma delle semplici costruzioni, decisamente meno "invasive" di enormi turbine eoliche o sterminate pianure di pannelli fotovoltaici.

Il monito del CNG ha spinto il governo a provvedere in tal senso, poichè le domande provenienti da aziende italiane ed estere per lo sfruttamento del geotermico nel nostro paese, sono triplicate negli ultimi anni, ed ulteriori incentivi, potrebbero far decollare enormemente il settore, spesso poco preso in considerazione, nonostante i molteplici vantaggi del caso. Cosa succederà? Staremo a vedere se verranno presi provvedimenti in merito e se almeno una volta le risorse del nostro paese, ci permetteranno di risparmiare in energia, una delle "utenze" più pagate dall'Italia e dagli italiani.