Back to top

Gas serra: arrivano le mucche a impatto zero

Category:
foto-mucche
Sono sempre di più coloro che si interessano alle tematiche dell'ambiente e della natura, con particolare attenzione ovviamente ai temi dell'inquinamento e dei gas serra; temi rispetto ai quali arriva oggi una notizia che a dir poco dell'incredibile: le mucche o più precisamente gli allevamenti di bovini sono fra le principali cause dell’aumento delle emissioni di gas serra!
Si si avete capito bene, perchè per quanto in apparenza siano candide, morbide e con gli occhi dolci; i bovini - da latte o da carne, che siano - sono tra i primi nemici dell'ambiente!
E la domanda quindi lecita è: in che modo le mucche contribuiscono all’inquinamento della Terra?
In primis il fatto che per creare i pascoli per le mucche, vengono distrutte ingenti porzioni di boschi e foresta ma anche in virtù di un motivo fisiologico, ossia il fatto che quotidianamente le mucche producono grandi quantità di gas tossici.
Motivi quindi semplici per così dire, ma spesso erroneamente non considerati nella loro pericolosità, che risulta evidente invece se si considera che ogni esemplare di bovino è in grado di produrre quotidianamente dai 250 ai 300 litri di metano, tra quelli che sono gas esofagei, flatulenze e feci.
Un problema particolarmente rilevanti negli Stati Uniti, dove esistono 88 milioni di mucche, tanto da pesare sull’emissione globale dei gas serra, fino a 9 punti percentuali e sull’intero globo, con percentuali attorno al 20%; emissioni, che a dirla tutta risultano essere addirittura più dannose dell’anidride carbonica, perché in grado di resistere di più nell'atmosfera e meno sensibili alla capacità di pulizia dell’aria di boschi e foreste.
Problematiche per risolvere le quali, dall’amministrazione Obama nasce il progettoCow of the Future Project”, per creare “mucche ad impatto zero”, onde proteggere il clima futuro ed il nostro ambiente, senza rinunciare però ai prodotti di latte e carne.
Un progetto insolito ma assolutamente di prim'ordine, realizzato dall’Innovation Center for US Dairy, sul quale gli Usa contano di investire parecchio, onde avere degli allevamenti di bovini davverogreen”, controllando l'alimentazione delle mucche, onde avere degli esemplari monitorati ed eco-compatibili, produttori di quantità inferiori di gas serra.
Una speciale alimentazione quindi quella destinata agli esemplari bovini, nella quale sono previsti integratori naturali a base di vitamine, fibre e supplementi di cereali, onde ridurre la produzione di gas a livello esofageo ed intestinale, riducendo di conseguenza la quantità di metano emessa, garantendo altresì all’animale, migliori condizioni di salute, ma non è tutto.
Il progetto sembra infatti essersi già fatto più ricco, tanto che sono non solo sono stati banditi i vecchi allevamenti intensivi a favore di pascoli liberi e verdi, ma sono al vaglio speciali pompe da inserire nelle stalle degli animali, affinché il metano prodotto fisiologicamente durante il processo di digestione venga raccolto e riutilizzato per attività utili all’uomo, ad esempio infatti il gas prodotto giornalmente da una mucca, potrebbe alimentare il frigorifero di una famiglia media americana!
Non resta quindi che attendere aggiornamenti su questo innovativo progetto!

(Fonte: greenstyle.it)