Back to top

Fukushima : Riprendono I Lavori Sulla Centrale Nucleare

Dicendo "Fukushima", tutti sanno immediatamente di cosa stiamo parlando. La centrale nucleare a rischio del Giappone non cessa di essere al centro delle notizie estere e di ecologia. La Tepco ha deciso misure di sicurezza rigidissime per la ripresa dei lavori, per evitare che qualcuno si faccia male. Sono stati infatti nominati 12 tecnici per ristabilire il raffreddamento “normale” nella centrale (al momento è in funzione soltanto il sistema di emergenza), e poiché le radiazioni sono troppo elevate, i tecnici si alterneranno in squadre da tre, per appena 10 minuti per volta nelle operazioni, in modo da limitare l’esposizione a non più di 3 millisievert, già considerati comunque pericolosi.

centrale nucleare di Fukushima

Secondo la legge giapponese, gli operai di un impianto nucleare non possono essere esposti a più di 100 millisievert in cinque anni, ma per via della crisi di Fukushima, il ministero della Salute ha innalzato il 15 marzo il limite legale fino a 250 millisievert in caso di emergenza.

Per quanto riguarda i livelli di radioattività, al momento essi sono 600 volte superiori alla norma! Una situazione decisamente fuori controllo...sebbene il governo giapponese e le autorità mondiale tentino in tutti i modi di rassicurare gli abitanti del Pianeta.

Una volta attivato il sistema di raffreddamento della centrale, dovrebbe essere migliorato anche il sistema di areazione in modo da abbassare i livelli di radioattività e permettere ai tecnici di lavorare più a lungo. Questo dovrebbe avvenire, a detta della Tepco, nell'arco dei prossimi tre giorni. Il problema maggiore è attualmente rappresentato dal reattore numero 1, il più danneggiato, dove un robot mandato prima dell’invio degli esseri umani aveva calcolato livelli di radioattività tra 10 e 49 millisievert l’ora, per intenderci l’emissione di radiazioni di una TAC. E proprio oggi un gruppo di lavoratori è entrato per la prima volta nell'edificio del reattore numero uno della centrale nucleare di Fukushima, dopo il terremoto dello scorso 11 marzo.

Per primi sono entrati due operai che hanno installato un "purificatore" speciale per "aria radiottiva", mentre gli altri operai hanno lo scopo di installare otto canali di aerazione. Se tutto andrà come previsto, intorno alla metà del mese inizieranno i lavori per installare il nuovo sistema di raffreddamento stabile, che andrà a riciclare, dopo averla depurata mediante un trattamento chimico, l'acqua altamente contaminata proveniente dal reattore.