Back to top

Fotovoltaico: arrivano i pannelli “trasparenti” dell'ENI

L'ENI, il colosso italiano dell’energia ha appena inaugurato una nuova tecnologia in grado di rivoluzionare ancora una volta un settore, quello del fotovoltaico, in continua crescita e sviluppo. Si tratta di una pensilina “trasparente” in grado di poter ricaricare i veicoli elettrici sottostanti, senza due dei più grandi problemi che i normali pannelli in silicio hanno: la riflessione e la perdita di potenza in caso di cielo nuvoloso o avverse condizioni meteo.

 

Grazie infatti all’utilizzo di concentratori solari luminescenti, non bisognerà più orientare i pannelli per ottenere una migliore efficienza energetica, e soprattutto non si avrà più il classico riflesso del silicio; questo risolve uno dei problemi “estetici” più importanti, e consente di ottenere ancora una maggiore efficienza del caso. La ricerca di simili soluzioni è stata portata avanti “in casa” direttamente nei laboratori dell’Eni, che può vantare così il fatto di aver sfornato l’ennesima tecnologia proprietaria.

 

La “trasparenza” permetterà  di impiegare la novità anche in case ed abitazioni al posto di semplici vetrate e finestre; in questo modo non si oscurerà la visuale, ed allo stesso tempo non bisognerà intasare tetti, pianure e zone di pannelli riflettenti e orientabili, che comunque assorbono parte dell’energia generata proprio per far funzionare i vari motori idraulici del caso, che ne permettono il funzionamento.

 

Staremo a vedere quanto tempo una simile innovazione impiegherà per giungere nelle prime case, nel nostro paese o all’estero.