Back to top

Fotovoltaico, le caserme americane diventano solari

Il Dipartimento della Difesa americano punta sull'energia solareL'energia solare è sempre più non solo l'energia del futuro ma anche nel presente: tutti i paesi più  industrializzati hanno capito l'importanza di investire sul fotovoltaico e lo fanno con sempre maggiore convinzione, anche se ovviamente non mancano le eccezioni. Chi però sembra non avere alcuna remora ha puntare sull'energia solare è il governo americano e una dimostrazione arriva dall'esercito a stelle e striscie e dal SolarStrong Project. Si tratta di un maxi progetto che punta a installare pannelli fotovoltaici su tutte gli edifici militari presenti negli Stati Uniti: in totale si parla di 160mila installazioni fotovoltaiche sugli edifici delle 124 basi militari "made in Usa" presenti in 33 Stati. Numeri importanti per una campagna che punta alla solarizzazione dei complessi abitativi dell'esercito americano e che porterà al raddoppio degli impianti fotovoltaici residenziali installati sul territorio americano.

Il SolarStrong Project richiederà un investimento di almeno un miliardo nei cinque anni di durata del progetto e ha ottenuto una garanzia di prestito da 344 milioni di dollari da parte del Doe. Il progetto è guidato dalla SolarCity Corp e secondo una stima effettuata dalla stessa azienda dovrebbe permettere la creazione di 6mila nuovi posti di lavoro, molti dei quali saranno però riservati a vetereni o membri delle loro famiglie che avranno l'addestramento adeguato per collaborare al progetto.

Entro i cinque anni, quando è previsto il completamento di tutti gli impianti sui tetti di abitazioni militari, uffici e magazini, saranno installati pannelli fotovoltaici per un totale di oltre 370MW, aiutando così il Diparmimento della Difesa americano a ridurre l'utilizzo di energia ricavata da fonti fossili. Il Dipartimento è, infatti, il più grande consumatore di energia degli Stati Uniti e ha da poco intrapreso la strada che punta ad un consumo "verde", inserendo tra i suoi obiettivi quello di raggiungere entro il 2025 il 25% di consumi di energia coperti da fonti rinnovabili.