Back to top

Fotovoltaico italiano: settore a rischio

A lanciare l’allarme sono appositi enti di settore. Secondo infatti quanto avvenuto negli ultimi tempi, vista la crisi economico-politica che ha colpito il nostro paese, il fotovoltaico, o per meglio dire, l’industria delle rinnovabili, rischia veramente di tracollare, dopo il grande successo iniziale, che ha portato alla creazione di numerosi posti di lavoro.

 

Proprio questi ultimi sono a rischio, e la formazione di ingegneri e personale altamente qualificato, con le dovute retribuzioni, non riesce a bilanciare il fatturato, e non è un caso che numerose aziende del settore abbiano dichiarato fallimento, in una situazione “stagnante” ed altamente rischiosa.

 

Liberalizzazione del mercato e soprattutto incentivi potrebbero in qualche modo far ripartire il settore, ma se la crisi ha colpito all’estero il fotovoltaico, nel nostro paese, come di consueto, i danni sono più che raddoppiati, rispetto ad altre situazioni internazionali.

 


Cosa succederà? Staremo a vedere se i provvedimenti presi in merito dal governo riusciranno in qualche modo a salvare il fotovoltaico italiano, un settore ricco di eccellenze internazionali e qualità, che rischiano di soccombere sotto i duri colpi della crisi.Detrazioni fiscali e credito per l’installazione di impianti di energia rinnovabile, potrebbero altresì migliorare la situazione, che si appresta a raggiungere uno dei periodi più oscuri sin dalla “fondazione” del settore, comunque “giovanissimo” ed ancora parecchio da sviluppare.