Back to top

Europarlamento: via libera al piano ambientale

europarlamento

 

E’ stato approvato oggi il decreto del Parlamento europeo di Strasburgo. Il piano, volto a tutelare l’ambiente e la salute, che fin troppo spesso è messa a repentaglio dalla scarsa qualità dell’aria che respiriamo (ma non solo), prevede un’azione di 7 anni, fino al 2020. La normativa concerne una stretta ai paesi membri dell’Unione Europea, al fine di far rispettare le già presenti leggi ambientali. Il programma spazia tra le più attuali questioni: dal surriscaldamento all’oro blu. Gli interventi avranno un costo importante, come sarebbero importanti i costi se non si facesse nulla; gli investitori, organi statali e privati non possono però non rispondere all’appello, considerati anche i grandi benefici (a livello sia economico che ambientale) che avrebbero.

I voti a favore sono stati 472, 81 i contrari e 21 le astensioni. L’obiettivo è nobile, anzi, nobilissimo, ma devono essere gli stati membri ad attuarli, applicando sanzioni se gli organi statali e privati non dovessero rispettarle, sempre con la supervisione generale dell’Unione Europea.

Questo è il settimo programma d’azione proposto a tutela dell’ambiente, che contiene 9 punti fondamentali, tra i quali la protezione ambientale, il sostegno a favore di una crescita eco-sostenibile, la tutela dell’ambiente contro le minacce umane (e non solo).

Il provvedimento dovrà essere pubblicato sulla gazzetta ufficiale (momento in cui la legge diventerà effettiva) entro la fine dell’anno. Ottimi propositi, come sempre, spetta (anche) a noi, come cittadini del mondo, rispettarle e proteggere il mondo che, irrimediabilmente, sta morendo.

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità di questo sito. Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica.
Non preoccuparti: niente spam e al massimo una mail a settimana!

[wysija_form id="1"]