Back to top

eTree, l'albero fotovoltaico che dona energia e acqua potabile


Importanti notizie che arrivano dal parco naturale di Ramat Hanadiv, in Israele, ove è stato installato eTree, l'albero fotovoltaico che produce energia e fornisce acqua potabile.
In apparenza somigliante nell'aspetto ad un albero, che il suo nome richiama, eTree ha infatti grandi rami e si trova proprio in un parco, ove benchè non produca ossigeno, produce qualcosa che all'uomo serve moltissimo: l'elettricità, utilizzando la luce solare!
Proprio per questo è nato infatti questo speciale albero fotovoltaico, da Sologic, una startup israeliana che lavora su una vasta gamma di prodotti che rendono l'energia solare accessibile ai consumatori finali.
Consumatori finali ai quali è destinato eTree, recentemente installato infatti nel parco naturale di Ramat Hanadiv, in Israele, ove produce energia pulita e nel frattempo, fornisce un luogo di comfort e di riparo, grazie ad una comoda panchina posta sotto ai suoi rami, ove potersi sedere a riposare, all'ombra.
Inaugurato lo scorso 23 ottobre, eTree è alto 3,5 metri e copre un'ampia superficie, essendo sormontato da un grande baldacchino di pannelli fotovoltaici che producono energia dal sole 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, che raccolgono la luce solare e la trasformano in elettricità, ma non solo!
L'albero fotovoltaico eTree è dotato infatti di una docking station per caricare smartphone e tablet, servizi Wi-Fi gratuiti, di un abbeveratoio per gli animali e adi acqua potabile fresca, con un sistema opzionale incorporato nel design dell'albero e ancora, garantisce l'illuminazione notturna con il suo sistema di LED.
Ma quanta energia produce eTree? Ebbene, a mostrarlo è lo schermo LCD di cui è dotato, che mostra in tempo reale ai passanti, l'elettricità fornita!
Un albero hi-tech fotovoltaico, che al di là dell'energia alternativa e degli innumerevoli servizi offerti, rappresenta un'iniziativa socio-ambientale destinata a sensibilizzare i visitatori del Ramat Hanadiv Footprint Garden, sulla sostenibilità, avvicinandoli alle tematiche ambientali. Non trovate anche voi?

(Fonte: SolarGiving)