Back to top

Eolico offshore in crescita del 33% in Europa nel 2012

Tra le principali fonti rinnovabili utilizzati nei processi di produzione energetica in Europa, l'eolico offshore è tra quelle che può contare su uno dei fattori di crescita migliori.

 

Nel corso del 2012 terminato da poco sono, infatti, state installate 293 nuove turbine eoliche all'interno di 61 parchi eolici offshore che sono stati realizzati nelle acque territoriali di ben dieci paesi del vecchio continente. Rispetto al 2011, la crescita è stata del 33%, un valore decisamente positivo che mette in risalto, una volta in più, quanto il settore dell'eolico offshore rappresenti un'importante risorsa per tutti i paesi dell'Unione Europea.

 

L'incremento di potenza installata all'interno degli impianti eolici offshore è stata di 1165MW, valore tale da portare il totale installato a 4995 MW, pari allo 0.5% del fabbisogno energetico dei paesi dell'UE. Leader del settore dell'eolico offshore è la Gran Bretagna che possiede il 60% degli impianti presenti in Europa. La seconda posizione, piuttosto staccata, è occupata dalla Danimarca con il 18%, terzo, invece, il Belgio, con l'8% del totale. In Italia l'eolico offshore è ancora agli albori. Nel nostro paese nessun impianto risulta ancora essere attivo. Ma le cose cambieranno nel corso dei prossimi due anni, periodo di tempo in cui dovrebbero essere realizzati i primi impianti la cui costruzione è già stata approvata.