Back to top

Eolico: installazione conveniente già dopo i 6 mesi

Category:
FOTO-EOLICO
Grandi notizie sulle energie rinnovabili ed in particolare sulle turbine eoliche, la cui installazione per una turbina con una vita prevista di 20 anni, udite udite, risulta essere conveniente sin dopo i primi 5-8 mesi!
Ebbene si, questo infatti quanto rivelato da un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori statunitensi e pubblicato sulla rivista “International Journal of Sustainable Manufacturing”, che sottolinea come installare una turbina eolica della vita lavorativa media di 20 anni, offrirebbe un beneficio netto sin dai primi 5-8 mesi dall’installazione, per i quali in pratica, l’energia spesa per costruire l'impianto, viene di fatto restituita già nei primi mesi di funzionamento!
L’analisi fatta dai ricercatori sottolineando che la stragrande maggioranza degli impatti ambientali previsti, è causata dalla produzione di materiali e da processi produttivi, punta infatti l'attenzione sulla convenienza di un impianto eolico, per il quale, il recupero per l’uso di energia associata avverrebbe già entro 6 mesi circa o al massimo, il fabbisogno energetico richiesto, sarà soddisfatto a partire dal primo anno di utilizzo attivo della turbina.
Uno studio che rappresenta la valutazione ambientale del ciclo di vita di turbine eoliche di 2 megawatt, sistemate ed impiegate in un grande parco eolico nel Pacifico nord-occidentale degli Stati Uniti, in base al quale, stimando una vita media di una turbina di 20 anni, vede per i 19 anni successivi, ogni turbina alimentare le famiglie, senza consumare energia elettrica, prodotta da quelle che sono le fonti energetiche convenzionali!
Da sempre le turbine eoliche rappresentano una fonte di alimentazione a zero emissioni di carbonio, concreta e reale; una risposta efficace ed efficiente alla produzione di energia elettrica sostenibile, in particolare se associata all’alta capacità di immagazzinare, allorquando la velocità del vento proviene da entrambi i lati del campo di lavoro della turbina stessa ma è altresì importante considerare, che ad oggi sono limitate le discussioni sui pro e contro del dispositivo, quanto al costo del ciclo di vita sommato alla valutazione ambientale in termini di consumo, di energia e di emissioni di fabbricazione, installazione, manutenzione e processo di vita di una turbina, come spiegano Karl Haapala e Preedanood Prempreeda della Università dell’Oregon, a Corvallis:
Tutte le forme di generazione di energia richiedono la conversione degli input provenienti dalle risorse naturali, che sono legati agli impatti ambientali e ai vari costi che è bene quantificare, onde prendere decisioni appropriate per lo sviluppo del sistema energetico.”.
Un neo, che i ricercatori statunitensi hanno inteso affrontare, effettuando una valutazione del ciclo di vita (LCA) di turbine eoliche di 2MW, onde individuare l’impatto ambientale netto della produzione e dell’uso dei dispositivi, per la produzione di energia elettrica, tenendo diligentemente conto dell'approvvigionamento delle principali materie prime, come ad esempio acciaio, rame, fibra di vetro, plastica, cemento e altri materiali ma anche dei trasporti, della produzione, dell'installazione della turbina e della manutenzione in corso e di quella necessaria nei successivi due decenni di vita lavorativa, senza dimenticare l’impatto del riciclaggio e dello smaltimento della turbina a fine ciclo di vita.

(Fonte: gaianews.it)