Back to top

Entrano in vigore i nuovi incentivi ministeriali per le Fonti rinnovabili

Approvati lo scorso luglio i due Decreti Ministeriali riguardanti i nuovi incentivi per il fotovoltaico (che interesseranno il  Quinto Conto Energia), in vigore dal 30 settembre e per le restanti fonti rinnovabili elettriche (eolico, idroelettrico, biogas, biomasse, geotermico).

Fra le novità introdotte dal Ministero per lo Sviluppo Economico, la maggiorazione del budget di spesa, innalzato a 500 milioni di euro all'anno, spalmati in 20 anni, di cui 200 milioni di euro interesseranno il fotovoltaico e 300 milioni di euro le rinnovabili elettriche (a partire dal 1° gennaio 2013);

la semplificazione delle procedure per l'iscrizione ai registri;

un premio per gli impianti fotovoltaici realizzati in sostituzione delle coperture di amianto e per quelli con uso preponderante di componenti europei;

conferma di accesso prioritario ai registri, per gli impianti realizzati dalle aziende agricole.

Attraverso l'attuazione dei due Decreti, si vuol mirare ad una crescita "sana" delle energie rinnovabili, superando gli obiettivi europei (in materia di energie alternative) ed all'ottenimento di riduzioni significative del peso delle bollette sui privati e le aziende.