Back to top

Energie Rinnovabili: Italia sempre più autonoma

Fiere-energie-rinnovabili-nel-mondo mondoeco
Energie Rinnovabili:  Di questi tempi si parla moltissimo di energie rinnovabili, ma tutti sono informati in merito a questo argomento? E il nostro Paese come si pone di fronte a questa nuova strada per il risparmio e la salvaguardia dell'ambiente?

[adrotate banner="16"]

La risposta è che l'Italia va davvero alla grande in questo senso, una risposta davvero eccezionale del nostro Paese che produce sempre più energia rinnovabile. A partire dal 2000 venendo a oggi si sono aggiunti alla produzione dei vecchi impianti idroelettrici ben 47,4 TWh da fonti rinnovabili tra solare,  fotovoltaico,  termico, idroelettrico, geotermia ad alta e bassa entalpia, impianti a biomasse e biogas. Oggi l'Italia vanta più di 600mila impianti da fonti rinnovabili, sparsi nei comuni italiani e nella quasi totalità del territorio. Il tutto ha generato anche nuove fonti di lavoro, sono oltre 120.000 i nuovi posti di lavoro assegnati solo all' inizio del 2012.

Gian Vito Graziano, che è il presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, ha reso noto che:  " gli impianti termici ed elettrici sono ormai diffusi nel 98% dei comuni italiani e costituiscono un articolato sistema di generazione sempre più distribuita; nel 2012 esso ha garantito il 28,2% dei consumi elettrici e il 13% di quelli complessivi del nostro Paese, il bilancio energetico italiano dipende sempre meno dall'estero e diventa più pulito e moderno, avvicinando la produzione alla domanda di energia di famiglie e di imprese; la crescita della produzione rinnovabile ha permesso di sostituire quella da impianti termoelettrici  di certo più inquinanti e che emettono gas serra, che è calata di 61TWh tra il 2007 e il 2012, permettendo di diminuire le importazioni di petrolio e di gas e di ridurre le emissioni di Co2, con vantaggi per il clima e per l'ambiente".

Iniziativa e eccellenza del talento italiano.  l'Italia non è nuova a sperimentazioni geniali, forse non tutti sanno che nella piana di Grosseto  che porta nei pressi di Volterra, il 20 agosto del 1913 fu costruita la prima centrale al mondo che sfruttava il calore della Terra. La centrale, nel 1944 dopo vari ampliamenti e migliorie raggiunse lo straordinario traguardo dei 127 megawatt di potenza.