Back to top

Energie non rinnovabili consumano troppa acqua in Europa

Energie non rinnovabili

Secondo la European Wind Energy Association (EWEA) le fonti di energia non rinnovabili quali le centrali a carbone, nucleari e gas, consumano il 44% dell'acqua europea, equivalente al fabbisogno dell'intera Germania e più di qualsiasi altra attività industriale.

Secondo l'ultimo rapporto dell'associazione, “Saving water with wind Energy”, in Europa le fonti di energia “sporca” consumano 4,5 miliardi di metri cubi di acqua all'anno, che si traduce nel 44% dell'acqua consumata complessivamente in Europa.

Il documento mette in evidenza il grande impatto sul consumo d'acqua della produzione di energia elettrica, un aspetto spesso dimenticato quando si parla sulla convenienza di una o l'altra fonte energetica.

L’acqua è un prerequisito per la vita, una risorsa indispensabile per l’economia, e svolge un ruolo fondamentale per il clima”, spiega l'associazione. “Ogni cittadino europeo consuma 4.815 litri di acqua al giorno in media, compreso l’uso diretto di acqua (consumi delle famiglie) e l’uso indiretto di acqua (acqua necessaria per la produzione di prodotti industriali e agricoli) (dati Vanham & Bidoglio, 2013). E tutti questi impieghi includono la produzione di energia”.

Per risolvere questo problema, l'associazione punta – naturalmente – al maggiore utilizzo di energia eolica; in effetti, si tratta di una fonte di energia rinnovabile che non impiega acqua, evitando così l'uso di 1,2 miliardi di m3 d’acqua su base annua, e generando un ritorno economico pari a 2,4 miliardi di euro.

Per raffreddare le centrali nucleari europee, così come quelle da fonti fossili, si consuma l’equivalente di oltre tre piscine olimpioniche ogni minuto di ogni giorno”, ha spiegato Ivan Pineda di EWEA. “Aumentare il nostro uso dell’energia eolica contribuirà a preservare questa preziosa risorsa molto più efficacemente di qualsiasi divieto di innaffiare il giardino”, conclude.

Infine, l'associazione stima che grazie all'energia eolica si potrebbe risparmiare – entro il 2030 - una spesa relativa all'acqua consumata tra gli 11,8 e i 17,4 miliardi di euro su base annua.

Interessato alle energie rinnovabili? E' possibile attivare una fornitura elettrica 100% pulita sul mercato libero dell'energia, senza dover installare impianti di alcun tipo. In effetti, le tariffe verde della luce forniscono energia proveniente unicamente da fonti pulite, si attivando gratuitamente e non occorrono modifiche agli impianti o al contatore.

Per individuare le tariffe verde dell'energia facilmente, rimandiamo al portale di confronto online SosTariffe.it