Back to top

Energia solare “non è un insuccesso”

energia_solareL’Aper (associazione dei produttori di energia rinnovabile), l’Assosolare (l’associazione degli operatori dell’industria fotovoltaica) e il Coordinamento FREE, hanno replicato a un articolo pubblicato sul Corriere della Sera, che traccia un profilo molto negativo sull’energia solare.

“18 GW di potenza installata in pochi anni” – affermano le associazioni – “costruendo dal nulla una filiera di imprese produttrici di energia, servizi e componenti che è ormai pronta a lavorare senza incentivi – proprio in questi giorni è stato raggiunto il limite previsto dal V Conto Energia – non può in nessun modo essere considerato un insuccesso. Non servono forse a questo, gli incentivi, ad avviare un settore? Ebbene, obiettivo raggiunto: nei prossimi anni si continueranno a installare impianti fotovoltaici incrementando la quota di energia verde prodotta in Italia. In più, particolare fondamentale, ogni tonnellata di anidride carbonica risparmiata sarà a costo zero!”.

Il vero problema è semmai, proseguono gli istituti, che in Italia manca una programmazione energetica, visto che l’ultimo piano nazionale risale alla fine degli anni ’80.

“Solo una seria programmazione energetica, seguita da un’altrettanto seria pianificazione delle norme tecniche e delle tariffe dell’energia potrà permettere a tutti, dai progettisti degli impianti, agli installatori fino all’utente finale, di comprendere i reali vantaggi di un investimento nella green economy” – conclude il comunicato.