Back to top

Energia eolica sempre più competitiva e conveniente

Il costo dell’energia eolica è sceso del 65% in soli 15 anni avvicinandosi ai costi previsti dai combustibili fossili

L’energia eolica diventerà sempre più competitiva grazie al progressivo allineamento dei costi. Secondo le analisi dell’Irena, l'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili, sarebbe ormai caduto l’ultimo ostacolo che impediva da tempo la crescita delle energie rinnovabili, ovvero i costi. Infatti, tutte le varie forme di energie rinnovabili, e in modo particolare quella eolica, avrebbero registrato nel corso degli ultimi anni una progressiva diminuzione delle spese su tutti i fronti, tanto da essere paragonate da quelle previste per l’impego di fonti non rinnovabili.

Secondo gli studi di Michael Taylor, analista senior di Irena, i sistemi energetici basati sull’impiego di energie rinnovabili avrebbero subito nel corso degli ultimi anni un forte calo grazie proprio al crescente utilizzo di sistemi tecnologicamente elevati, in grado di fornire energia elettrica a livelli molto più competitivi. Tutto questo è avvenuto in tempi molto rapidi e ancora oggi l’opinione pubblica fatica ad accettare il cambiamento e quindi diffondere la notizia.

Energia eolica: -65% dei costi in 15 anni

Le stime relative all’andamento dei costi nel settore eolico evidenziano un calo dei prezzi in Europa del 65% in soli 15 anni, ovvero nel periodo compreso tra il 1988 e il 2014. I valori del LCOE, ovvero parametro utilizzato per misurare il costo dell'energia eolica prodotta da un generatore, sono attualmente inferiori allo € 0.05 /KWh. Un valore quindi molto vicino a quello rilevato per le centrali elettriche a carbone – pari al 0,049 € /kWh - e a quelle del gas - 0,041 € / kWh. Dunque uno scarto davvero minimo che conferma la teoria sostenuta da Taylor.

L’unico ostacolo che sembra ancora limitare la crescita dell’energia eolica riguarda i costi previsti per le operazioni di manutenzione degli impianti, che attualmente rappresentano il 20-25% dei costi LCOE di un progetto eolico onshore. Per questa ragione è importante continuare ad investire in Ricerca & Sviluppo, cercando di perfezionare i processi e le tecnologie previsti per la manutenzione e la messa in funzione degli impianti.

Perché conviene investire nelle energie rinnovabili?

Nonostante tutto, le energie rinnovabili hanno subito nel corso degli ultimi anni una forte crescita diventando non solo per le imprese ma anche per i privati un’importante fonte energetica. La maggiore sensibilità verso le problematiche ambientali e i vantaggi in termini di risparmio sui costi delle bollette hanno infatti abbattuto anche le ultime resistenze e le previsioni per il 2030 annunciano una crescita delle energie rinnovabili del +36% con un risparmio di 4.200 miliardi di dollari all'anno.

Il settore in cui si è registrata la maggiore crescita e diffusione delle energie rinnovabili riguarda quello dei privati. Sempre più attenti ai consumi, anche i privati hanno ormai acquisito anche una certa competenza nella scelta di soluzioni energetico a basso impatto ambientale ed elevata resa. Oltre a alle scelta del fornitore gas più conveniente e dalla tariffa per la corrente elettrica più competitiva, i privati sono sempre più disposti ad investire nell’acquisto di soluzioni green.

La dimostrazione arriva dalla crescita delle vendite delle pompe di calore, dei pannelli eolici e delle caldaie di nuova generazione, diventate ormai delle soluzioni sempre diffuse e apprezzate da un pubblico sempre più vasto di consumatori.