Back to top

Energia, bollette meno care dal 1° ottobre

Category:
27 settembre Migliori consigli per risparmiare sul gas

L'Autorità per l'energia ha annunciato un calo del costo delle bollette di luce e gas. L'energia costerà meno agli italiani dal 1° ottobre. L'iniziativa è comunque valida solo per il prossimo trimestre, quindi fino al 31 dicembre. I cali non sono consistenti ma comunque sono i benvenuti. Nella fattispecie, si parla del 3% per il gas e dello 0,8% per la luce. In soldoni, si parla di un risparmio di 37 euro per il primo caso e di 4 euro per il secondo caso.

Il prezzo di un kilowattora, dunque, scende a 19,049 centesimi, sostanziando un calo rispetto alla situazione precedente di 0,147 centesimi. Per quanto riguarda il gas, il prezzo a metro cubo è ora di 85,75 centesimi, in calo di 2,65.

L'Autorità per l'energia ha calcolato che la spesa media di una famiglia per la luce sarà nel 2013 di 514 euro. Per il gasi, invece, sarà di 1.2000 euro.

Questi numeri comunque non tengono conto delle possibili ripercussioni del decreto Fare bis, il nuovo provvedimento legislativa che funge da appendice al prima, famoso, decreto Fare. In questa seconda parte, un discreto spazio è stato riservato proprio alla questione energie e, nella fattispecie, alle energie rinnovabili. Buone notizie: i costi degli incentivi saranno dilazionati in più anni, diminuendo così il peso degli stessi nelle bollette.

L'energia rimane in ogni caso molto costosa in Italia. Tra le più costose al mondo. Ragione di questo, probabilmente, l'assenza di materie prime nel Bel Paese e il conseguente status di importatori. Altri paesi non ricchi di giacimenti hanno in passato ovviato il problema con la costruzione di centrali nucleari. In Italia, sono due i referendum che vietano il nucleare. L'unica speranza di conquistare una certa autonomia energetica risiede nello sviluppo delle rinnovabili, ancora poco considerate e "fatte crescere" decisamente male.