Back to top

Effetto serra, arriva la mongolfiera contro i cambiamenti climatici

Dall'Inghilterra arriva l'idea di mandare in cielo una mega mongolfiera per combattere l'effetto serraAl limite della fantascienza: dall'Inghilterra arriva un progetto per combattere l'effetto serra che si pone nella terra di mezzo tra realtà e fantasia. Si tratta di una mega mongolfiera che dovrebbe deviare i raggi solari in modo da combattere in questo modo i cambiamenti climatici. Un'idea folle e geniale nello stesso tempo che trova l'appoggio (e il finanziamento) della Royal Society e dell' Engineering Physical Science Research Council (consiglio di ricerche finanziato dal governo britannico) e le critiche delle associazioni ambientaliste.

Il progetto è dei ricercatori delle Università di Oxford e Cambridge e a ottobre entrerà nella fase sperimentale: l'idea degli studiosi è quella di mandare in cielo, a circa venti chilometri di altitudine (il doppio dell'altezza a cui volano gli aerei di linea) una mongolfiera gigante, grande quanto lo stadio di Wembley e legarla a terra tramite un tubo, attraverso il quale far arrivare particelle chimiche da scaricare nella stratosfera. In questo modo si andrebbe e deflettere la luce solare e si avrebbe, è quello che sperano gli studiosi, un abbassamento delle temperature sulla terra, allo stesso modo di quanto succede con le eruzioni dei vulcani, con la conseguente riduzione dell'effetto serra.

Ad ottobre ci sarà il primo esperimento con il lancio di una mongolfiera di dimensioni ridotte e ad un'altezza inferiore, legata ad un tubo che scaricherà acqua per verificare se il progetto può essere concretamente realizzato. Per il momento i finanziamenti sono arrivati dalla Real Society mentre se lo studio andrà avanti anche l'Engineering Physical Science Research Council ha promesso ulteriori fondi.

L'idea dei ricercatori britannici non convince però gli ambientalisti con in prima fila nelle critiche Friends of the Earth, che vede nelle invenzioni della geo-ingegneria una perdita di tempo e denaro che potrebbe invece essere investito nell'unico (a detta degli ambientalisti) modo per combattere i cambiamenti climatici: ridurre l'emissione di gas serra.