Back to top

Ecosviluppo o Sviluppo Sostenibile : Che Cos'è? Può Essere Realizzato?

Che cos’è l’ecosviluppo? Su che cosa si basa questo concetto? Come può esser applicato alla realtà. Negli ultimi trent’anni da quando si è ampiamente diffuso il concetto di ecologia, il prefisso “eco” è stato messo davanti ad una serie di parole.

L’ecosviluppo, l’ecologia, ecoturismo sono termini che stanno ad indicare la volontà di mettere in atto pratiche che siano rispettose dell’ambiente e della natura. Il termine ecosviluppo utilizzato per la prima volta nel 1972 sta ad indicare ciò che comunemente viene definito sviluppo sostenibile.

Ma che cosa si intende con eco sviluppo o sviluppo sostenibile? A volte si danno per scontati alcuni termini senza riflettere seriamente sul senso profondo delle cose.

Ecosviluppo o Sviluppo sostenibile : il futuro del pianeta Terra


Agli inizia degli anni Settanta una nuova sensibilità si va diffondendo riguardante la difesa del Pianeta Terra. Ci si rende conto che se l’industrializzazione dovesse continuare a quel ritmo e in quella maniera molto probabilmente non ci sarebbe futuro per la Terra. Il concetto di ecosviluppo o sviluppo sostenibile nasce proprio in questo nuovo fermento culturale.

Promuovere l’ecosviluppo o sviluppo sostenibile significa incrementare lo sviluppo economico ma in maniera che rispetti l’ambiente. Si può produrre in maniera pulita; si può ottenere energia in maniera pulita; si può crescere economicamente in maniera pulita.

Eco sviluppo: evitiamo i luoghi comuni


Molte persone non eccessivamente informate credono che gli ambientalisti auspichino un ritorno al passato. Si crede erroneamente i sostenitori dello sviluppo sostenibile vogliano fermare la crescita economica. Non è affatto così.

Chi lotta in difesa dell’ambiente vuole promuovere un cambiamento di mentalità. Il primo elemento per cambiare rotta in fatto di politiche ambientali è proprio quello di comprendere che c’è bisogno di sensibilizzare le persone su questo tema. Non si vuole fermare lo sviluppo, ma si vuole che questo sviluppo avvenga in maniera sostenibile; in maniera da rispettare i cicli naturali del nostro Pianeta.

Gli “ambientalisti” sono stati definiti, come una sorta di fanatici della natura, persone poco concrete con la teste piena di ideali irrealizzabili. Tutto questo, per anni, ha alimentato uno scetticismo nei confronti dei temi riguardanti l’ambiente.

Oggi le cose sono cambiate: tutti si sono resi conto che è necessaria un’inversione di rotta. Dopo anni di lotte e di sensibilizzazione anche i Governi si stanno muovendo nella direzione proposta dal movimento ambientalista.