Back to top

Ecco il V Conto Energia in breve

Cominciamo col chiarire cosa sia il Conto Energia, spiegando che è il decreto volto a stabilire un incentivo della durata di 20 anni, rivolto a privati, aziende ed enti pubblici che installano un impianto fotovoltaico connesso alla rete elettrica.

Il Conto Energia, introdotto nel 2006, è ormai giunto alla sua 5° versione (5° Conto Energia), per cui, a fronte del raggiungimento del tetto di 6 milairdi, l'Aeeg (Autorità per l'energia elettrica ed il gas) ha emanato una delibera, in cui fissa la decorrenza di quelle che sono le nuove modalità di incentivazione.

Il 5° Conto Eenrgia si è reso operativo dallo scorso 27 agosto e la sua applicazione cesserà trascorsi 30 giorni dal raggiungimento di un costo indicativo cumulativo di 6,7 miliardi di euro l'anno.

Il sistema di incentivazione continuerà ad applicarsi per : i piccoli impianti e per quelli riportati ai titoli III e IV del precedente decreto (4° Conto Energia), entrati in esercizio prima del 27 agosto, i grandi impianti iscritti in posizione utile nei registri e che producano certificazione di fine lavori entro il termine previsto, gli impianti installati su edifici pubblici e su aree appartenenti alle pubbliche amministrazioni, che entrano in esercizio entro fine 2012.

Per accedere agli incentivi non saranno tenuti all'iscrizione al registro impianti, quelli con potenza fino a 12 KW, gli impianti potenziati, ma non oltre i 12 Kw, quelli che riportano caratteristiche innovative e presentino un costo indicativo cumulato degli incentivi di 50 milioni di euro, impianti fotovoltaici di potenza superiore  ai 12 Kw, ma che non superano i 20 Kw ed impianti installati su edifici per sostituire coperture costituite da eternit ed amianto.

Il 5° Conto Energia, a differenza di quello precedente, prevede due sottotariffe: la prima (omnicomprensiva) applicata alla parte di energia immessa in rete, la seconda (autoconsumo) applicata sull'energia prodotta dall' impianto fotovoltaico ed autoconsumata.