Back to top

Direttiva Regione Liguria sugli edifici ecosostenibili

La Regione Liguria, attraverso la legge regionale 23/2012 di modifica della precedente lr 22/2007 recante “norme in materia di energia”, di attuazione della Direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia, apporta alcune interessanti variazione sui regolamenti in materia di risparmio energetico negli edifici.

In particolare, con la nuova legge regionale viene ribadito l’obiettivo del contenimento dei consumi di energia in tutte le opere di progettazione e di realizzazione dei nuovi edifici e delle opere di ristrutturazione e demolizione di quelli esistenti, con rinvio della fissazione dei requisiti minimi di prestazione energetica, che dovranno esser rivisti ogni cinque anni.

Ulteriori modifiche alle norme vigenti riguardano il rilascio dell’attestato sulle diverse tipologie di immobili (con i tecnici abilitati a redigere tali documenti che dovranno versare un contributo per ogni attestato redatto, a titolo di partecipazione alle spese per l’esercizio delle funzioni regionali di segmento), e l’obbligatorietà – da parte di tutti gli edifici occupati da enti pubblici e frequentati dal pubblico, con una metratura di almeno 500 metri quadrati – di dotarsi dell’attestato sopra ricordato entro e non oltre la data del 31 dicembre 2013.

Dal 9 luglio 2015 – come precisato da edilportale.com - la soglia sarà abbassata dagli attuali 500 metri quadrati ai futuri 250 metri quadrati.