Back to top

Differenziata: più efficace con i sacchetti microchip a Legnano

Differenziata e tecnologia. Un binomia poco sfruttato fino ad adesso ma che promettere di imprimere una svolta alle attività di raccota differenziata nel nostro paese. E' notizia recente, infatti, la sperimentazione dei primi sacchetti della spazzatura "intelligenti". Questi, grazie a uno speciale microchip inserito nel tessuto, informerà chi di dovere sulla sua locazione. L'obiettivo è solo uno: rendere efficiente la differenziata. Monitorare i movimenti dei rifiuti è un ottimo modo per aumentare la percentuale di differenziata e rendere più equa la tariffazione.

La sperimentazione sul campo avrà come luogo Legnano. La cittadina lombarda si gioverà del consorzio AMGA e della società che in primis si occuperà della sperimentazione, Aemme Linea Ambiente. Proprio quest'ultima, insieme al sindaco Alberto Centinaio, ha presentato in data 19 ottobre questa innovazione alla cittadinanza. La sperimentazione inizierà il primo novembre e il primo quartiere ad essere protagonista di questa sorta di rivoluzione sarà il San Paolo.

La tecnologia prende il nome di RIFD, acronimo di Radio Frequency Identification. E' stata sviluppata dall'Università Carlo Cattaneo Liuc e in collaborazione con alcune aziende del settore (Altares SrL, Softline SrL, Ibiplast SrL).

I cittadini del quartiere San Paolo di Legnano riceveranno dei sacchetti RIFD. Questi saranno "letti" da un macchinario presente nell'auto dell'operatore che registrerà il peso. In questo modo si saprà con certezza la quantità di rifiuta raccolta e conferita da ogni cittadino. Un passo in avanti per porre in essere una tariffazione più equa.

l direttore di Amga, Paolo Pagani, ha così riassunto la novità: "Il cittadino virtuoso che, sinora, ha correttamente svolto la differenziazione dei rifiuti non vedrà mutate in alcun modo le proprie abitudine. Il cambio di prospettiva imposto dal nuovo sistema crediamo possa invece spingere a comportamenti ancor più attenti, conducendo infine a una percentuale di differenziato ancora più elevata. I cittadini potranno contare su una tariffazione realmente proporzionata alla produzione di rifiuti.