Back to top

Differenziata: ottimo risultato per L'Aquila

Differenziata a L'AquilaIn una nota congiunta, l'assessore dell'Ambiente de  L'Aquila, Roberto Riga, e il presidente di Aquila Società Multiservizi (azienda deputata alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti), Luigi Fabiani, esprimono soddisfazione per i risultati raggiunti dal Comune sul fronte della differenziata.

I dati consegnano un comune aquilano in grado non solo di raggiungere gli obiettivi prefissati, ma addirittura di andare oltre. La percentuale di rifiuti differenziati è del 67% (l'obiettivo era del 65), con punte, in alcuni quartieri, del 70.

La raccolta differenziata coinvolge più della metà dei quartieri e raggiunge circa 40.000 cittadini. In particolare, risultano coperte le zone di Paganica , San Gregorio, Onna, Tempera, Bazzano, Sant’Elia, Gignano, Torretta, Arischia, San Francesco, Torrione, zona Via Strinella. In programma è l'allargamento verso altri quartieri, come Preturo (entro poche settimane).

I risultati de L'Aquila rappresentano un ottimo esempio di come, nonostante le mille difficoltà (si ricordi il terremoto del 2009), sia possibile raggiungere buoni risultati, per giunta in poco tempo. Il programma per la differenziata è stato stilato appena circa un anno e mezzo fa.

Roberto Riga ha dichiarato: "Attualmente tutta la parte Est è servita, stiamo partendo con i quartieri Torrione e San Francesco, andremo avanti con altre frazioni. Copriremo tutta la città entro il mese di aprile del 2013. Faremo un investimento con l'Asm, ci saranno persone che andranno sul posto e spiegheranno bene come funziona il porta a porta".

Insomma, le prospettive sono buone, anche rispetto a quanto si registra fuori dai confini dell' Abruzzo. La media nazionale è del 35% circa, mentre la media del settentrione è del 50.