Back to top

Differenziata Napoli, scontro Ministero-Comune

Category:
differenziata-napoli

La differenziata a Napoli, promessa in campagna elettorale dall'attuale sindaco De Magistris, stenta a decollare. La situazione nel capoluogo partenopea è complessa e si presta alle più svariate interpretazioni. Quella del ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, esposta nel corso di un'intervista al Mattino, non è piaciuta per nulla all'amministrazione napoletana, a tal punto da scatenare un battibecco a distanza sui temi, per l'appunto, della differenziata e dello smaltimento dei rifiuti a Napoli.

Protagonisti della vicenda sono il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando e il vice-sindaco del Comune di Napoli, Tommaso Sodano. L'esponente del Governo aveva riferito ieri mattina, 6 settembre, al Mattino tutto il suo dispiacere per la situazione napoletana. Aveva lamentato, anche, una certa indolanza da parte della giunta De Magistris, visto che "Da palazzo San Giacomo si aspetta un piano dettagliato per un’impiantistica che tratti rifiuti anche a livello sovracomunale. Il capoluogo non può rimanere fuori e deve fare la sua parte, deve farsi carico di questo problema".

Parole che, come accennato sopra, non sono piaciute a Sodano, che ha ribattuto questa mattina, sulla stessa testata, esponendo le ragioni dell'amministrazione che rappresenta: "Il nostro piano è già stato illustrato al ministro Orlando e lunedì saremo a Roma per presentarlo formalmente. Poi avremo tempo fino alla scadenza del 15 settembre per completare la messa a punto. Servono i fondi che sono stati annunciati".

Sodano rivendica i risultati raggiunti dalla sua giunta, che non sono eccezionali ma che comunque indicano che qualche passo in avanti è stato compiuto. La differenziata a Napoli, infatti, è al 27% (contro il 18% dello scorso anno). Il porta a porta raggiunge attualmente 300mila persone, quasi un terzo della popolazione totale. Sodano ha anche annunciato l'arrivo di 8 milioni di euro dal Por, che serviranno a finanziare l'allargamento della differenziata ad altri 100mila abitanti.