Back to top

Differenziata, Cosenza in grande spolvero: 86% nell'ultimo mese

differenziata

Un grande risultato per Cosenza sul fronte della differenziata: è stato raggiunta quota 86% nell'ultimo mese. In genere vi è la percezione che il sud Italia, per quanto riguarda il riciclo e la differenziata, arranchi faticosamente rispetto al centro e al nord. In effetti alcune evidenze numeriche vanno in questo senso, ma esistono alcune piacevoli eccezioni come, appunto, il Comune di Cosenza. E' raro che un capoluogo di Provincia inanelli risultati di questa levatura.

I dati sono stati diffusi attraverso un comunicato dal Comune stesso (86% di rifiuti differenziati raccolti) e si riferiscono al periodo che va dal 23 luglio al 22 agosto. Il comunicato parla anche delle difficoltà che l'amministrazione ha dovuto affrontare. Il metodo utilizzato, infatti, è quello del porta a porta: il migliore sulla piazza, certamente, ma anche il più ostico da avviare. E' stato necessario superare due ordini di problemi, uno era legato alla cittadinanza, l'altro alla macchina organizzativa: "Le difficoltà iniziali, che anche Cosenza ha dovuto affrontare, sono legate a due presupposti indispensabili per la sua riuscita: la collaborazione motivata dei cittadini e la capacità organizzativa ed operativa del gestore della raccolta. La prima è stata affrontata con un'adeguata informazione, la seconda con la massima collaborazione delle strutture comunali nei confronti della società appaltatrice del servizio, soprattutto nella fase di formazione del personale".

Il comunicato conclude parlando della necessità di compiere un ulteriore passo in avanti, successivo alla differenziata: avviare un meccanismo di riciclo che possa creare materia prima e che, soprattutto, sia capace di trattenerla sul territorio. In quest'ottica è essenziale il discorso imballaggi. La Giuna sta correndo ai ripari, e infatti è in preparazione un Centro Riciclo. Mancano "solo" i macchinari, che potranno essere acquistato grazie a finanziamenti pubblici e privati.