Back to top

Differenziata: Bologna indisciplinata, cinque multe al giorno

Bologna si sta rivelando veramente indisciplinata per quanto riguarda la differenziata. Oppure è solamente il disagio dei primi giorni. E' solo da ottobre, infatti, che nel centro storico del capoluogo emiliano la differenziata funziona a pieno regime. Per adesso, però, l'unico materiale ad essere differenziato è la carta, fra poco toccherà anche alla plastica.

Il sindaco ha incaricato un gruppo di volontari per setacciare i quartieri alla ricerca di cittadini che violano le regole della differenziata. Giovanni Morducci, il caposquadra, ha raccontato quanto la strada per una cittadinanza pienamente consapevole sia ancora lunga. Le multe a seguito delle loro segnalazioni, infatti, sono ancora molte. Ha dichiarato, infatti, che vengono scovati almeno 5 cittadini "insolventi" al giorno.

Esistono però delle categorie che si comportano peggio di altre. La maglia nera va ai negozianti. E infatti, Giovanni Morducci ha dichiarato al Correre della Sera: "I più indisciplinati sono senza dubbio i negozianti, che abbandonano gli imballaggi delle loro attività vicino ai cassonetti o sotto i portici, ignorando le regole della raccolta".

Gli uomini al servizio di Giovanni Morducci, identificati con il nome di Guardie Ecologiche, hanno anche una funzione di supporto alla popolazione che, dal canto suo, sta dimostrando sempre più interesse verso di loro: "Ci fermano per la strada, ci chiedono cosa facciamo, si informano e se ci sono dei problemi nel servizio, raccogliamo le osservazioni e le riportiamo al Comune con cui ci incontriamo ogni due, tre settimane".

Giovanni Morducci ha anche ricordato che a giorni partirà la raccolta della plastica e, con essa, anche i controlli delle Guardie Ecologiche: "Faremo i controlli anche sui sacchi della plastica per capire chi non rispetta le regole e intanto continuiamo a fare informazione capillare nei palazzi e nelle attività".

Il "capo" ha infine lamentato un problema: la difficoltà, per i cittadini, di reperire i sacchetti azzurri.