Back to top

Differenziata: a Vitarchiano (comune del Lazio) si sfiora l'80%

Differenziata, Vitarchiano, Lazio

L'Italia è un paese che piano piano si sta imponendo sul fronte della differenziata. I risultati, soprattutto guardando il trend di crescita, sono confortanti. Tuttavia, sono frutto di una disomogeneità diffusa, in cui a eccellenza si accompagnano situazioni di difficoltà. Una di queste eccellenze è Vitarchiano, piccolo comune in provincia di Viterbo, Lazio. La differenziata, in questo ameno paesino arroccato su un collina, raggiunge la straordinaria cifra dell'78,7%, che ha veramente pochi eguali in Italia. In particolare, per quanto riguarda i comuni del centro-Italia con 10 mila abitanti, è al primo posto, subito seguito da Oriolo Romano (78,4%).

Gli uffici comunali hanno anche diramato i dati voce per voce. Dunque ecco la disposizione dei rifiuti differenziati: 21mila 760 chili di rifiuto secco, 11mila 300 di vetro e lattine, 15mila 700 di carta, 7mila 960 di plastica e 31mila 250 di umido.

L'assessore all'ambiente del comune di Vitarchiano, Rosario Cecala, ha espresso tutto il suo orgoglio su TusciaWeb: "Il nostro è un risultato che ha davvero pochi eguali in Italia". Ha poi ringraziato i cittadini, sottolineando come l'espolosione della differenziata a Vitarchiano sia frutto di una campagna di sensibilizzazione civica organizzata dall'amministrazione che, alla luce dei numeri, si è rivelata efficace e utile: "Mi sento di ringraziare in primo luogo i cittadini, che hanno dimostrato un senso civico davvero eccezionale. Hanno capito l’importanza della differenziata e la necessità di avere un paese pulito difendendo oltretutto l’ambiente".

Cecala ha anche posto l'accento sul trend di crescita. A settembre, infatti, la percentuale è aumentata di cinque punti. Ciò fa ben sperare per il futuro. Vitarchiano, conclude, ha tutte l'intenzione di scalare la classifica dei comuni ricicloni d'Italia.