Back to top

Differenziata: a Roma presentato il progetto pilota

Roma versa in una situazione poco positiva dal punto di vista della differenziata. La percentuale di raccolto è molto al di sotto degli obiettivi. Urgeva un cambio di passo e di strategia. Ebbene: è stato compiuto: oggi a Roma è stato presentato il progetto pilota che vede la collaborazione tra molti enti e istituzioni: l'Ama, società di raccolta rifiuti, il Ministero dell'Ambiente, Consai (Consorzio nazionale imballaggi), l'associazione Roma Capitale.La presentazione è avvenuta al Campidoglio e ha visto la partecipazione di Gianni Alemanno, dall’assessore all’Ambiente Marco Visconti, dal presidente della Commissione Ambiente Andrea De Priamo e dai vertici Ama: il presidente Piergiorgio Benvenuti e il direttore generale Giovanna Anelli.

Gli obiettivi sono stati riaggiornati, questa volta sono più realistici e portata di mano: il 50% di raccolta differenziata in tutto il comune di Roma entro due anni (praticamente il doppio della quota attuale). Il progetto pilota, per ora, prevede l'interesse di una sola circoscrizione, la quarta. Essa ospita comunque un grandissimo numero di cittadini, circa 200mila, numero superiore agli abitanti di quasi tutti i comuni italiani. La zona comprende i quartieri di Monte Sacro e Monte Sacro Alto, densamente popolate.

La vera novità del progetto è la coesistenza di due metodi di raccolto. Il primo è il metodo domestico-condominiale, ossia quello conosciuto popolarmente come "porta a porta". Il secondo è quello "in strada", che prevede che i cittadini depositano negli appositi cassonetti i loro rifiuti differenziati. Il primo metodo coprirà circa 26mila utenze, mentre il secondo metodo coprirà la parte restante. Un'altra novità è l'introduzione del cassonetto per il vetro. Con questo, salgono a cinque le piattaforme di differenziazione: carta, cartone, vetro, plastica, organico.

La società Ama, infine, sarà deputata alla distribuzione dei sacchetti e del materiale utile ai cittadini per differenziare i propri rifiuti.