Back to top

Differenziata: a Pisa grossi investimenti in arrivo

Differenziata risparmioA Pisa si fa sul serio. La giunta comunale è intenzionata a trasformare il territorio da lei amministrato in una eccellenza sul fronte della differenziata. E' notizia recente, infatti, l'imponente investimenti che verrà messa in campo da qui a qualche mese, in più tranche. Autori di questo investimento sono il Comune e Geofor, associazione che opera sul territorio pisano e che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Si parla di oltre un milione di euro.

La prima tranche consiste in 400mila euro. Serviranno a costruire due stazioni ecologiche. Saranno fisse e informatizzate. La seconda tranche, di altri 400mila euro, servirà a costruire entro fine anni altre due stazioni ecologiche fisse, anch'esse informatizzate. La terza tranche, infine, sarà di 280mila euro e servirà a costruire altre due stazioni ecologiche, ma questa volta mobili.

Il presidente di Geofor, Paolo Marroncini, ha così spiegato a Pisa Today cosa concretamente cambierà per quanto riguarda la differenziata, e ha così inquadrato gli interventi in una prospettiva più ampia, ossia quella del confronto con le altre realtà locali: "Il progetto dei centri di raccolta fissi e mobili registra una riorganizzazione funzionale e un ulteriore salto di qualità sei centri di raccolta differenziata operativi sul territorio, quanti saranno alla fine del 2013, sono davvero un numero considerevole, fra i più consistenti nel panorama nazionale".

Insomma, Pisa si prepara a compiere un balzo in avanti e a posizionarsi tra i comuni più ricicloni d'Italia. Pisa è tutt'ora al di sopra della media nazionale, seppur di poco, ossia al 39,74%. Un risultato comunque buono, ma che ha amplissimi margini di miglioramento.