Back to top

Cosa è la Cogenerazione

In questi ultimi tempi si parla tanto di miglioramento dell’efficienza energetica e termica, non solo per apportare benefici all’atmosfera ma anche per raggiungere un risparmio in termini economici.

Le fonti rinnovabili costituiscono un argomento che oggi sta interessando privati e grandi realtà aziendali, come gli impianti fotovoltaici, i pannelli solari, etc., i cui vantaggi stanno spingendo man mano a far crescere l’ “energia del futuro”.

In questo articolo cerchiamo di spiegare cosa sia la cogenerazione, una nuova soluzione impiantistica in grado di offrire non pochi vantaggi in termini di energia elettrica e termica.

Con il termine cogenerazione si intende la produzione simultanea di energia elettrica e di calore; essa si realizza attraverso piccoli impianti che riescono a generare contemporaneamente calore ed elettricità sia per le grandi strutture che per le piccole (anche abitazioni private).

Da un punto di vista prevalentemente tecnico un parte da una singola fonte primaria e prevede un unico sistema integrato, formato da un generatore, un sistema per recuperare il calore ed interconnessioni elettriche.

In buona sostanza, tale sistema è basato sul riutilizzo del calore che si genera durante la fase di produzione di energia elettrica.

Gli impianti di cogenerazione sono di differenti tipologie e si distinguono in macro e micro; i primi vengono utilizzati per fornire energia e calore alle grandi industrie, interi quartieri urbani o comuni, mentre i secondi, soprattutto per i piccoli centri, edifici, abitazioni.

Sul fronte inquinamento, però, non possiamo certo definire la cogenerazione un sistema ad hoc, in quanto, per funzionare esso brucia derivati delle fonti primarie fossili (come una normale centrale elettrica) e produce, quindi, monossido di carbonio, ossidi di azoto, etc..

Per ovviare a tale “inconveniente” esistono comunque i cosiddetti biocombustibili, in grado di ridurre l’inquinamento prodotto.