Back to top

Contro Il Nucleare : "I Pazzi Siete Voi"

Category:
"I pazzi siete voi": a gridarlo sono Giorgio, Alessandra, Pierpaolo e Luca i protagonisti dell'iniziativa che mira a diffondere le ragioni per votare sì ai referendum che si terranno il 12 e il 13 giugno prossimi. I quattro giovani resteranno per un mese chiusi in una casa bunker dove applicheranno alla lettera le indicazioni del protocollo di radioprotezione: luogo chiuso, porte e finestre sigillate, spegnimento di tutti i sistemi di ventilazione e condizionamento dell'aria, niente cibi freschi e niente utilizzo di acqua potabile. Per i quattro protagonisti dell'iniziativa l'unico modo di comunicare con il mondo esterno sarà internet.

antinucleare

Ed è proprio grazie alla rete che la loro insolita protesta si è diffusa ed è arrivata sui grandi media. Il loro manifesto è stato diffuso attraverso un video messaggio in cui vengono spiegati i perché della protesta. Ecco alcuni passaggi del video: "Voi che minimizzate il disastro di Fukushima. Voi che pensate al vostro tornaconto personale alla faccia dell'interesse della comunità. Siete pazzi pericolosi...Vogliamo parlare ai ragazzi come noi... questa battaglia riguarda tutti. Diffondete i nostri messaggi, organizzatevi, inventatevi una vostra azione. La nostra protesta dovrà crescere ogni giorno di più". In questo mese gli abitanti della casa bunker si troveranno nelle stesso condizioni che si trovano a vivere gli abitanti di Fukoshima, dopo l'incidente nucleare provocato dal terremoto.

L'iniziativa, che andrà avanti fino al 12 giugno, data in cui dovrebbe tenersi il referendum sul nucleare a rischio dopo la moratoria decisa dal governo, ha trovato il sostegno di Greenpeace che ha fornito a Giorgio, Alessandro, Pierpaolo e Luca gli strumenti per mettere in atto la loro protesta, che potrà essere seguita 24 ore su 24 attraverso il sito ipazzisietevoi.org che sarà il punto di incontro per tutti quelli che vorranno seguire l'avventura dei ragazzi. Avventura che sarà sempre online grazie anche ai video con cui verrà spiegata la vita da reclusi e i rischi del nucleare.

Il responsabile della campagna nucleare di Greenpeace Italia spiega così il sosteno all'iniziativa: "Di fronte a un governo che vuole rubarci il referendum e toglierci la possibilità di sceglierie, un atto estremo come quello di rinchiudersi in un rifugio è più' che mai necessario. I pazzi non sono loro, i pazzi sono quelli che dopo Cernobyl e Fukushima continuano a vedere il futuro nel nucleare".