Back to top

Completato il nuovo impianto fotovolatico da 1 mwp a morsano al tagliamento

espe completa il nuovo impianto fotovolatico da 1 mwp a morsano al tagliamento in provincia di pordenone.

si conclude la partnership “energy green” con il gruppo maschio gaspardo iniziata nel 2010, che ha permesso la realizzazione in italia  di 3.3 mwp di energia pulita.

Espe, Energy System Integrator presente nel mercato italiano dal 1974 e operante nel settore delle energie rinnovabili, ha completato l’impianto fotovoltaico per il Gruppo Maschio Gaspardo sui tetti dello stabilimento produttivo di Morsano al Tagliamento, in provincia di Pordenone.

L’impianto fotovoltaico di Morsano è stato realizzato in sostituzione di quasi 15.000 m2 di coperture eternit rimosse e bonificate e permetterà una riduzione delle emissioni di CO2 nell’aria pari a circa 800 tonnellate l’anno.

Il nuovo impianto ha una potenza unitaria di 245 Wp per ogni singolo modulo, una  potenza nominale di 1MWp e sarà in grado di produrre oltre un 1 milione di kWh l’anno. In particolare, l’impianto è composto da 4080 moduli fotovoltaici (Solsonica 610 Series silver plus) ed è dotato di 3 inverter (Elettronica Santerno tipo TG610 800V TE e TG300 800V TE).

Quello di Morsano è il terzo impianto realizzato da Espe per il Gruppo padovano Maschio Gaspardo che, grazie alla qualità e all’innovazione garantita, ha scelto Espe come partner ideale per realizzazione del proprio progetto “Energia Per la Terra”, con cui ha sostituito tutte le coperture d’amianto dei propri siti produttivi con moderni impianti fotovoltaici.

«Grazie all’impianto fotovoltaico realizzato a Morsano abbiamo concluso insieme a Maschio Gaspardo un importante progetto che prevede un modo nuovo di fare impresa, in cui il modello di sviluppo considera il benessere della comunità, sia in termini economici che ambientali – ha commentato Tiziano Meneghetti, Presidente e Amministratore Delegato di Espe –. Questo impianto fotovoltaico testimonia come in Italia sia ancora utile la sostituzione delle coperture di eternit nei capannoni per realizzare impianti che generino energia pulita, nel pieno rispetto dell’ambiente e delle risorse umane».