Back to top

Come risparmiare sull’auto con una guida ecologica

mobilità 2
Le macchine ecologiche permettono di risparmiare, ma anche piccoli accorgimenti sulle auto tradizionali permettono di ottenere dei buoni risultati.

 Attualmente vi sono sul mercato nuove tecnologie che danno la possibilità di guidare automobili sempre più ecologiche. Grazie alla loro tecnologia assolutamente innovativa e all’avanguardia permettono di risparmiare sul costo del carburante e di manutenzione, insomma stanno diventando sempre più un ottimo investimento. Con un’auto elettrica poi si può risparmiare anche sull’Rca, basta confrontare le offerte di assicurazione auto e calcolare un preventivo su internet.

Tutte le grandi case automobilistiche, infatti, stanno investendo molto in questo settore negli ultimi anni, tanto che ognuna ha già prodotto o ha in produzione una quantità sempre più rilevante di auto ecologiche, ibride, elettriche o a gpl. Questo mercato sicuramente continuerà ad offrire sempre di più in futuro, apportando non solo risparmi per il singolo cliente, ma anche all’ambiente, considerando il basso impatto ambientale di tali veicoli.

In ogni modo, per coloro che ancora non guidano una vettura ecologica, ma che vogliono risparmiare ed ottimizzare i propri consumi, ci sono dei piccoli e semplici consigli da adottare mentre sono alla guida. Bisogna solo avere un po’di pratica e con il tempo diventerà un’abitudine, che migliorerà inoltre la qualità del viaggio.

Questi piccoli accorgimenti, vengono chiamate in gergo “tecniche di guida eco-compatibile”, che se seguite correttamente consentono di ottenere un risparmio fino al 20%, stando alle stime di alcuni studi effettuati dal settore. Per una corretta guida eco-compatibile, bisogna prestare attenzione già prima di sedersi al volante.

Prima di tutto bisogna sempre effettuare una corretta manutenzione. Una volta controllato che sia tutto regolare, si può partire, ma è sempre meglio usare gli accessori elettrici quali climatizzatore, riscaldamento dei sedili, sistema di sbrinamento solo in caso di necessità. Ovviamente l’uso inutile di tali accessori porta solo ad uno spreco energetico.

Se poi si è in possesso di un veicolo abbastanza nuovo, è sempre meglio attivare la modalità “Eco”, ossia quella modalità che permette di risparmiare poiché agisce sulla gestione elettronica del veicolo che regola tutti i principali parametri di funzionamento. Questo risparmio va però a discapito dei tempi di risposta del propulsore e dei tempi di cambiata che sono più lunghi in caso di cambio automatico a gestione elettrica.

Attenzione anche al posizionamento del carico, uno scorretto bilanciamento frena di molto l’avanzamento del veicolo, così come se si lasciano i finestrini aperti durante le medie e alte velocità.

Ciò che in realtà influisce maggiormente è sicuramente lo stile di guida. Brusche accelerate e decelerazioni sono decisamente da evitare, così come non tirare troppo spesso le marce. Consigli da seguire soprattutto nella guida in città dove le fasi di alternanza tra frenata e ripartenza sono molto più elevati e dove è altrettanto consigliato controllare la guida di due o tre macchine davanti a sé, così da anticipare in casi di imprevisti e iniziare una decelerazione molto più confortevole.

Quindi, seguendo questi semplici, ma assolutamente utili consigli si può raggiungere delle buone prestazioni e anche risparmiare senza guidare una macchina di ultima generazione a dimostrazione del fatto che molte volte basta anche solo avere una guida più responsabile.