Back to top

Come risparmiare con l’auto elettrica

 

Se vi state chiedendo come risparmiare con l’auto elettrica ve lo spieghiamo. Ecco tutti i vantaggi, a partire dal costo della polizza assicurativa

 

Sapevi che con l’auto elettrica, tra gli altri vantaggi, ti fa risparmiare anche sull’assicurazione? Proprio così! Stipulare un’assicurazione Rc Auto per un’auto elettrica costa meno di una polizza assicurativa per un autovettura a benzina o a gasolio. Sebbene infatti il costo da sostenere per l’acquisto di un’auto elettrica sia maggiore rispetto alla vettura tradizionale, nel lungo termine si ottiene un ampio risparmio sia in termini di mantenimento del veicolo, sia anche in termini assicurativi. Per verificare i costi confronta assicurazioni auto sul comparatore SuperMoney in modo da verificare quale offerta sia maggiormente allineata con le tue esigenze. Devi inoltre tener presente che il costo di un’auto elettrica è influenzata da una serie di fattori quali l’età del conducente, il suo livello di esperienza alla guida, il numero di incidenti effettuati negli ultimi 5 anni e la città di residenza. A seconda di tutti questi elementi il prezzo della tua assicurazione può aumentare o diminuire.

 

Risparmiare con l’auto elettrica, tutti i vantaggi

 

Il vantaggio dell’auto elettrica non sta soltanto nel costo inferiore della polizza assicurativa. Sono tanti gli aspetti positivi che dovrebbero indurti a preferirla all’autovettura alimentata a gasolio o a benzina. Innanzitutto l’auto elettrica, oltre a fare bene al tuo portafoglio, fa molto bene all’ambiente perché non inquina. Inoltre le auto elettriche sono esenti dal bollo per i primi 5 anni.

 

Al fine incentivare l’acquisto di auto elettriche, ibride e gpl, infatti, è prevista l’esenzione dal bollo per i primi anni con riduzioni importanti per i successivi. Oltre che il risparmio sul costo del carburante e la riduzione delle emissione nocive, con l’auto elettrica si ottiene un importante risparmio sulle tasse. C’è però da sottolineare che l’esenzione dal bollo auto per le vetture elettriche, ibride e gpl, però, non funziona allo stesso modo in tutta Italia inn quanto un’imposta regionale, dunque ogni regione ha le sue regole in materia.

 

Auto elettrica vs auto tradizionale, i consumi allo specchio

 

Tra gli altri vantaggi di cui si può beneficiare disponendo di un’auto elettrica, c’è la spesa per il consumo molto più vantaggiosa rispetto a un’auto a benzina o a gasolio. Con un’auto elettrica si possono percorrere circa 100 km spendendo circa 2 euro. Per percorrere la stessa distanza con un’auto a benzina la spesa sale a 15 euro, mentre ne servirebbero circa 12 con un’auto a gasolio. Infine, con l’ auto elettrica puoi circolare nelle zone a traffico limitato liberamente, senza dover sostenere alcun costo di pedaggio. Anche in questo caso si parla quindi di un risparmio di pochi euro per ogni accesso, che invece andrebbe pagato con un veicolo tradizionale. Stesso discorso vale per il parcheggio: le auto elettriche non sono tenute al pagamento del ticket per sostare nelle strisce blu.

 

Un’altra soluzione che ti consente di ridurre le spese e l’inquinamento ambientale è pensare di trasformare la vecchia auto in auto elettrica. In questo modo godrete di tutti i vantaggi legati all’auto elettrica, risparmierete il costo per l’acquisto della nuova auto e farete del bene all’ambiente.

 

Devi sapere che fino allo scorso 11 gennaio, non era possibile trasformare l’auto tradizionale in elettrica. Oggi invece si può, perché in quella data nella Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto 219 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, inerente alla riqualificazione elettrica dei veicoli. In pratica, dall’11 gennaio scorso esistono regole certe per eseguire e omologare un intervento tecnico che può dare una seconda vita a qualsiasi automobile.