Back to top

Clima: le tecnologie odierne sono insufficienti contro i cambiamenti climatici

“Non è sufficiente una semplice stabilizzazione delle emissioni di CO2 per limitare i cambiamenti climatici. Ciò che occorre è invece un cambiamento del sistema energetico globale”.

E' quanto emerge da uno studio condotto dall'Università della California pubblicato sulla rivista di settore Environmental Research Letters. Stabilizzare i livelli di anidride carbonica non sarebbe quindi sufficiente a frenare i cambiamenti climatici che stanno imperversando sul nostro pianeta e che sembrano destinati a cambiare il corso degli eventi.

L'intero sistema energetico potrebbe, se modificato, dare risposte migliori in questo senso. Lo studio che ha portato a queste conclusione nasce da una pubblicazione di alcuni ricercatori dell'Università di Princeton che avrebbero individuato, nel 2004, i diversi step da affrontare per tenere a bada tutti i cambiamenti climatici in atto, ognuno dei quali avrebbe potuto far risparmiare un miliardo di tonnellate di CO2 in un periodo di tempo di circa 50 anni.

La teoria prevedeva, tra le altre, anche la necessità di raddoppiare il numero delle centrali nucleari per la produzione di energia. Sempre stando a quanto riportato nell'articolo, i conti dei ricercatori si sarebbero dimostrati però erronei, in quanto la tecnologia attuale non sarebbe sufficiente a produrre così tanta energia pulita. Sarebbe utile quindi promuovere delle politiche che possano incentivare la ricerca sul campo per ottenere risultati più confortanti.