Back to top

Clima: il cambiamento sconvolge l'Artico e le sue rotte commerciali

clima-artico

Il cambiamento del clima impone serie riflessioni. Come scongiurare gli effetti negativi? Come garantire la sicurezza? Lo scioglimento di ghiacci, infatti, rischia di innalzare il livello del mare, con immenso danno per le città costiere di tutto il mondo. Eppure non tutto il male non viene per nuocere. Gli sconvolgimento del clima, infatti, e in particolare l'aumento delle temperatura, potrebbe aprire a scenari inaspettati. Uno di questi è "l'apertura del Passaggio a nord-ovest".

Il Passaggio a nord-ovest è una rotta commerciale che collega l'Oceano Atlantico con l'Oceano Pacifico. E' molto più breve delle rotte normali perché si trova nel Polo Nord ma è anche quasi totalmente inagibile: a sbarrare la strada, nella maggioranza dei casi, ci sono i ghiacci. La rotta è di base pienamente percorribile solo una volta ogni sette anni. In genere, per batterla, le navi devono essere accompagnate da apposite imbarcazioni che hanno lo scopo di fendere il ghiaccio.

La novità è la seguente: il cambio del clima, l'aumento della temperatura, lo scioglimento dei ghiacci "aprirà" il Passaggio a nord-ovest, per sempre. Questo accadrà relativamente, tra il 2039 e il 2059. Un Passaggio a nord-ovest totalmente libera gioverebbe al commercio e rappresenterebbe una svolta sognata dai pionieri che cercarono la rotta e la scoprirono con tante fatica e affanno.

Lorence C. Smith, professore di geografia presso UCLA (University of California, Los Angees), ha dichiarato: "Lo sviluppo è sia eccitante dal punto di vista dello sviluppo economico che preoccupante in termini di sicurezza, sia per l’ ambiente artico che per le stesse navi. Nessuno ha mai parlato di trasporto costante e continuo  sopra la parte superiore del Polo Nord. Si tratta di una possibilità del tutto inaspettata".