Back to top

Citroen e Renault si colorano di verde

Citroen si tinge di verde


La Citroen, casa francese che punta molto sulle utilitarie, si è già adeguata ed ha proposto al mercato la sua Citroen C-Zero, dove il nome denuncia una promessa garantita: questa è una citycar elettrica che, per l’appunto, non emette inquinanti. Questa vettura agile, scattante e molto silenziosa è in circolazione nelle città italiane già da due anni nelle versioni Citroen C-Zero Seduction, provvista di climatizzatore, e Attraction.


Secondo il Libro Bianco dei Trasporti dell’Unione Europea, entro il 2030 il numero dei veicoli urbani a combustione tradizionale dovrà dimezzare e giungere ad annullarsi entro il 2050, quindi le case automobilistiche stanno lanciando molti modelli sul mercato.


E’ il caso della cugina transalpina di Citroen: Renault l’anno corso ha presentato la Fluence, 95 cavalli silenziosi, e la ibrida nell’aspetto, metà auto metà scooter, ed elettrica nel carattere Renault Twizy. Entrambe garantiscono una buona tenuta di autonomia a fronte di ricariche piuttosto modeste nel tempo.


Più in generale, l’autonomia di marcia pare essere la principale preoccupazione dei potenziali acquirenti di auto elettriche, che temono di rimanere appiedati; ecco che per rispondere a questo problema i costruttori hanno previsto una tecnologia specifica per i modelli delle cosiddette “ auto elettriche ad autonomia estesa”, che a bordo contengono anche un propulsore a combustibili fossili, che amplia ulteriormente l’autonomia.


Ma il consistente vantaggio è quello rivolto all’ambiente, specie se l’energia per le ricariche proviene da fonti alternative rinnovabili. E di conseguenza il beneficio principale è per la nostra salute.