Back to top

Certificazione energetica: l’importanza per chi compra casa

Quanto “pesa” l’indicazione di una buona certificazione energetica nelle menti di chi sta comprando casa? Stando a quanto afferma un’indagine compiuta dall’ufficio studi di Fimaa Milano, Monza e Brienza, e presentata in anteprima a idealista news da Beatrice Zanolini, consulente della Federazione, la risposta è sicuramente positiva e incoraggiante.

L’indagine Fimaa, compiuta su un campione di circa 250 agenzie immobiliari, rivela infatti come “ad orientarsi sull’acquisto di una casa nuova “sono per il 56% giovani coppie o comunque giovani nuclei familiari, seguiti da un 12% di single. Per chi acquista una casa di recente costruzione, il fattore sostenibilità è quel plus che fa la differenza”.

Per il 72,4 per cento dei soggetti, al primo posto vi è infatti l’efficienza energetica, seguita dalla personalizzazione (53,4 per cento), dalla sicurezza (50 per cento), dal design (più del 20 per cento) e dalla domotica (5,1 per cento). Per quanto concerne, di contro, gli ostacoli all’acquisto, vi sarebbe soprattutto l’accesso al credito (70 per cento degli intervistati).