Back to top

Center For Science And Environment: consigli per il lavaggio di frutta e ortaggi

lavare_frutta_verdura  mondoeco.it
Center For Science And Environment:  Ogni giorno sulla nostra tavola mettiamo ortaggi e frutta, crudi o cotti,  sappiamo bene che la verdura e la frutta sono alimenti molto importanti e consigliati per i benefici che possono portare al nostro organismo, ma siamo certi di aver ben lavato questi alimenti, che possono essere contaminati dai pesticidi che purtroppo vengono largamente usati in agricoltura? Senza contare che possono essere anche carichi di terra,  polvere e batteri di vario genere dovuti alla raccolta e al trasporto.

Un accurato lavaggio di frutta e verdura prima di cucinarla o consumarla cruda è importantissimo, ma non è sufficiente usare dell'acqua corrente, vi sono alcuni accorgimenti specifici da mettere in atto per essere sicuri di non far assumere coi cibi alla nostra famiglia sostanze nocive. Alcuni preziosi consigli ci arrivano dal Center For Science And Environment in merito alle tecniche di lavaggio degli alimenti, nello specifico per frutta e verdure che sono quelli più a rischio di contaminazioni.

 

Acqua: quando lavate la verdura e la frutta non fatelo solo con acqua corrente e in modo sbrigativo, questo metodo non porta nessuna igiene ai vostri alimenti, è solo un modo di fare la "doccia" ai batteri, sciacquare frutta e verdure sotto acqua corrente porta via solo una parte dei batteri e dei pesticidi presenti sulla buccia; risulta molto più efficace il lavaggio se aggiungete del sale all'acqua e lasciate gli alimenti per qualche minuto immersi nella soluzione. Quindi risciacquate più volte le vostre verdure e la frutta sotto acqua corrente.

Sbucciare: Un secondo metodo di eliminazione ottimale di batteri, polvere, pesticidi e quant'altro dagli alimenti è di eliminare la buccia,anche se avete lavato ortaggi e frutta è preferibile eliminare sempre le bucce o le parti esterne prima di consumarli. Particolare attenzione va posta alle scorze degli agrumi, soprattutto di quelli con scorza non edibile, sono quei frutti trattati con sostanze che ne migliorano la conservazione, ma che sono nocive per il nostro organismo.

Bicarbonato: ottimo supporto per l'igiene degli alimenti è il bicarbonato, per peperoni, pere, mele, melanzane, zucchine, carote, che hanno buccia spessa e sono di dimensioni maggiori, fate una crema a base di bicarbonato, mescolandone un cucchiaio con un cucchiaino d'acqua, strofinate bene la crema sugli alimenti e poi via agli sciacqui. Per la frutta più delicata e le verdure in foglia invece immergete in una ciotola con acqua e un cucchiaio di bicarbonato per ogni litro d'acqua, lasciandole immerse almeno 15 minuti, poi risciacquate per bene.

Aceto:  immergete frutta e verdure in una soluzione di acqua e aceto, nella ragione di un bicchiere di aceto e due bicchieri di acqua, lasciate gli alimenti immersi per 15 minuti e poi strofinate e sciacquate. Potete anche preparare uno spray pulente per verdure e frutti, ecco gli ingredienti: 1 cucchiaio di succo di limone, 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, 1 tazza d'acqua, mescolate bene per disciogliere il bicarbonato poi versate la soluzione in una bottiglia con erogatore spray e spruzzate gli alimenti, lasciate in posa 15 minuti e poi risciacquate bene; questa soluzione "fai da te" è un ottima alternativa ai detergenti lava verdura in commercio piuttosto cari, più naturale e economica.