Back to top

Canarie: El Hierro, l'isola che usa solo energie rinnovabili

Category:
foto-el-hierro
Tutti conosciamo le Canarie, per la bellezza di queste location ma forse non tutti sanno che El Hierro, la più piccola isola delle Canarie, è la prima isola al mondo ad essersi convertita interamente alle energie rinnovabili, tanto che a breve infatti, abbandonerà completamente i tradizionali combustibili fossili ed inizierà ad usare esclusivamente le classiche fonti alternative, grazie a specifici sistemi per lo sfruttamento dell’energia eolica ed idroelettrica.
Una location da esempio quindi per tutte le altre, che data la totale conversione alle rinnovabili, le rinoscoscerà un primato molto particolare: quello di diventare la prima isola al mondo che usa esclusivamente questo tipo di energia!
E proprio a tal fine, i sistemi messi a punto onde ricavare energia da fonti pulite, consentiranno una fornitura sempre disponibile di energie rinnovabili, senza ricorrere alle tradizionali reti elettriche, a partire dalla fine del mese di giugno ed anzitutto servirà a coprire la metà del fabbisogno energetico dell’isola, dopo di che, successivamente aumenterà gradualmente, andando a coprire i fabbisogni totali dell'isola.
Un progetto estremamente importante dal punto di vista della lotta all’inquinamento ambientale, specie considerando che verranno eliminate completamente ben 18.700 tonnellate all’anno di emissioni di anidride carbonica, dato che oggi, per la produzione di energia sono consumati 40.000 barili di petrolio all'anno!
Un progetto che è portato avanti grazie all’installazione di un parco eolico nella parte a nord est dell’isola de El Hierro, ove le turbine eoliche, in particolare, sono collocate nei pressi della capitale Valverde: 5 turbine grazie alle quali si ottenere una capacità di 11,5 MW, in grado di soddisfare la domanda di 10.000 abitanti e degli impianti di desalinizzazione.
Un progetto non nuovo quello di El Hierro, ma che con quest'isola caraibica, vedono la prima occasione di avere una fornitura costante di energia elettrica con la combinazione di acqua ed energia eolica, come sottolinea Juan Manuel Quintero, direttore della centrale eolica Gorona del Viento, che sta facendo sulle turbine gli ultimi test.
E proprio quanto al progetto, vediamo i dettagli: l'energia in eccesso delle turbine eoliche servirà per portare acqua fresca da un serbatoio sito vicino al porto fino ad un altro contenitore nei pressi del cratere vulcanico, a ben 700 metri d'altrezza; acqua che se dovesse mancare la forza del vento,sarà rilasciata verso la cisterna più in basso, onde creare elettricità ma non solo, perchè nell’isola verrà mantenuta anche una centrale ad olio, onde far fronte a particolari necessità!
Un progetto ed un'isola che non farà quindi più affidamento sui tradizionali generatori diesel costosi e inquinanti, dei quali sentiremo ancora molto ma molto parlare: non credete anche voi?