Back to top

I biocosmetici

eco-bio-cosmesi

I nostri lettori ci chiedono sempre più spesso come far entrare nel loro quotidiano, abitudini di vita sane e bio, cioè che si sposino bene con il rispetto per l’ambiente. Oggi vogliamo rivolgerci in particolare a quella fascia di lettrici e lettori attenti alla cura del loro corpo, parlando della biocosmetica.

Si tratta di quella branca della cosmetica che si basa su prodotti assolutamente naturali e realizzati attraverso metodi che non arrecano danni all’ambiente e alla salute degli esseri viventi (quindi non sono testati sugli animali).

Questa tendenza, nata in Europa, si è poi progressivamente diffusa anche oltreoceano, andando a “contagiare” anche l’America e l’Asia. Infatti ci si è resi conto che l’alimentazione e l’esercizio fisico non bastavano e contemporaneamente l’attenzione verso la salute ed il benessere, la preoccupazione per le conseguenze dei prodotti chimici a cui siamo esposti, l’aumento di malattie le cui cause sono sconosciute, hanno fatto sì che le persone siano sempre più attente non solo a quello che mangiano ma anche a ciò che va a contatto con la loro pelle.

I prodotti cosmetici naturali hanno gli stessi effetti di quelli tradizionali, ma con l’aggiunta di ulteriori benefici, proprio per il fatto di essere bio, e cioè una maggiore tollerabilità per la pelle ed un maggior rispetto per l’ambiente.

Abbiamo prima detto che i biocosmetici sono quelli prodotti con ingredienti naturali. Tuttavia per poter ottenere una tale etichetta è necessario che essi siano composti per almeno il 95% da tali elementi naturali e che almeno il 10% degli ingredienti provenga da agricoltura biologia. Ciò significa che parte degli ingredienti che li compongono devono essere totalmente vegetali (quindi non devono contenere derivati di animali), devono provenire da coltivazioni nelle quali non vengono impiegati né fertilizzanti né sostanze chimiche dannose per l’ambiente circostante. Inoltre devono essere prodotte con il minimo impatto ecologico possibile per l’ambiente, così per il suo trasporto ed imballaggio. Non devono contenere additivi, conservanti o coloranti.

La nostra pelle fa da filtro per il nostro organismo e molti prodotti che utilizziamo o che ingeriamo passano attraverso di essa e si accumulano nel nostro organismo. Per questo, nonostante siamo pervasi da prodotti cosmetici tradizionali, sempre più persone sono interessate ai prodotti cosmetici naturali. Le sostanze vegetali contenute in essi stimolano la naturale capacità della pelle di rigenerarsi e non comportano un’aggressione per il fragile equilibrio di essa.

D’altra parte la cosmesi naturale ha origini antiche e ne troviamo tracce già nell’antico Egitto ove Cleopatra, si racconta, usava bagnarsi in una mistura fatta di latte e miele. Anche i greci adoravano la cosmetica, con particolare attenzione ai bagni ed ai massaggi, mentre i romani utilizzavano molto gli olii essenziali (olio di oliva o rosa contro le pelli secche, per esempio).

Oramai sempre più case cosmetiche si sono lanciate in questo settore con notevoli successi. Ma non dimentichiamo la possibilità di creare questi prodotti a casa nostra, con semplici materie prime acquistate in erboristeria. Prossimamente dedicheremo alcune pagine del nostro sito ai cosmetici fai da te, per conoscere le caratteristiche di alcune sostanze facilmente acquistabili al supermercato o in erboristeria senza un grande dispendio di risorse economiche, ricette semplici da creare in casa per contrastare i più comuni problemi di pelle.